L’assessore all’Ecologia, Roberto Vanaria, punta ad una rete energetica alternativa

«Fotovoltaico, la viaper l’autosufficienza»

26/07/2008 in Attualità
Parole chiave:
Di Luca Delpozzo
Roberto Darra

Rag­giun­gere l’autosufficienza entro breve tem­po. Questo l’obiettivo ambizioso che l’Amministrazione Comu­nale lonatese intende perseguire e che sarà al cen­tro dell’incontro pub­bli­co pro­mosso per il 28 luglio alle ore 20.30 nel­la sala Celesti.Lo stru­men­to con cui arrivare a questo risul­ta­to è la creazione di una rete comu­nale con mod­uli foto­voltaici di ulti­ma gen­er­azione. Il pro­gram­ma di sen­si­bi­liz­zazione è sta­to avvi­a­to dall’assessore all’Ecologia Rober­to Vanaria che ha invi­ta­to con una let­tera tutte le soci­età e comunque sogget­ti con par­ti­ta Iva a parte­ci­pare a questo convegno.«Maggiore sarà l’adesione al prog­et­to foto­voltaico cos­to 0 — spie­ga Vanaria — e di con­seguen­za le super­fi­ci trasfor­mate e minore sarà il tem­po per rag­giun­gere una pro­duzione di ener­gia elet­tri­ca da fonti pulite e rin­nov­abili che per­me­t­ta l’autosufficienza». I sogget­ti coin­volti nell’operazione sono oltre al Comune, la con­trol­la­ta Lona­to Servizi Srl e spa, azien­da pluris­ervizi che van­ta ormai notev­ole espe­rien­za nel­la real­iz­zazione e ges­tione di tali impianti.«Produrre ener­gia elet­tri­ca dal foto­voltaico è oggi anco­ra eco­nomi­ca­mente trop­po oneroso rispet­to a quel­la tradizionale. A sup­por­to di ques­ta situ­azione defici­taria sono inter­venu­ti gli incen­tivi statali, i così det­ti “con­troen­er­gia” — pre­cisa Vanaria -, per il quale i kw prodot­ti dagli impianti foto­voltaici ven­gono remu­nerati da un ente pre­pos­to (gli RTNGFE) per vent’anni tramite tar­if­fa incen­ti­vante. Se si vuole uti­liz­zare l’energia auto­prodot­ta bisogna sot­to­scri­vere un con­trat­to di scam­bio sul pos­to, con l’azienda che gestisce la rete elet­tri­ca. A fine anno si effet­tua un bilan­cio tra il prodot­to e il con­suma­to per sapere se pagare con nor­male tar­if­fazione l’eventuale con­sumo in ecces­so oppure se uti­liz­zare il prodot­to in ecce­den­za come un cred­i­to nei suc­ces­sivi tre anni».Attualmente il bilan­cio ener­geti­co comu­nale dui Lona­to per quan­to con­cerne i fab­bri­cati di pro­pri­età sec­on­do il peri­o­do di osser­vazione 2004–2006 ha por­ta­to ad un con­sumo medio ann­uo di 667.000 kw/h per l’energia elet­tri­ca e di 2.961.000 kw/ht per l’energia ter­mi­ca.

Parole chiave: