L’Anas mantiene la promessa fatta: riaperta ieri sera la nuova «45 bis»

Fra Gavardo e Villanuova

06/07/2002 in Attualità
Di Luca Delpozzo
Gavardo

Come annun­ci­a­to, ieri poco pri­ma delle 18 — e poi in entram­bi i sen­si di mar­cia dalle ore 19 — la tan­gen­ziale 45 bis Gavar­do-Vil­lan­uo­va è sta­ta ria­per­ta al traf­fi­co. Una boc­ca­ta d’ossigeno per il traf­fi­co del fine set­ti­mana diret­to sul Gar­da. Res­ta invece anco­ra chiu­so, e lo rimar­rà fino all’inizio di agos­to, il ponte da col­le­ga Prevalle a Cal­vagese, per lavori di restau­ro e mes­sa a nor­ma. I lavori sul­la 45 bis, come promes­so, sono sta­ti ulti­mati e ora pros­eguiran­no solo sul lato ver­so il Monte Covo­lo. Ma l’aper­tu­ra ha rischi­a­to di slittare nel pri­mo pomerig­gio di ieri: ver­so le 12.45 un camion cari­co di bot­tigli­ette di vetro, diret­to a Salò, nell’affrontare la ram­pa che por­ta allo svin­co­lo per Salò-Desen­zano, forse a causa dell’eccessiva veloc­ità, ha per­so il cari­co. L’as­fal­to è sta­to ricop­er­to da uno stra­to di vetro e nat­u­ral­mente il traf­fi­co è sta­to inter­rot­to. Irril­e­van­ti i dan­ni all’au­tomez­zo, nes­suna lesione per l’autista e for­tu­nata­mente nes­sun altro vei­co­lo coin­volto. Dis­a­gi notevoli, invece, alla cir­co­lazione: per con­sen­tire la pulizia dell’asfalto, la stra­da è sta­ta infat­ti chiusa. Una doppia inter­ruzione che ha provo­ca­to code e lamentele. Tut­to però è fini­to bene e attorno alle 15.30 la cir­co­lazione è tor­na­ta alla nor­mal­ità. La tan­gen­ziale è sta­ta ria­per­ta pri­ma solo in direzione Salò, per per­me­t­tere l’ul­ti­mazione del­la seg­nalet­i­ca; infine, attorno alle 19, in entram­bi i sen­si di mar­cia. Gli operai han­no posizion­a­to a tem­po di record la seg­nalet­i­ca ver­ti­cale e ridis­eg­na­to quel­la oriz­zon­tale, men­tre la Polizia munic­i­pale di Vil­lan­uo­va per l’ul­ti­mo giorno ha rego­la­to l’in­ten­so traffico.