Domani torna in funzione l’impianto per la stagione invernale: aperta anche la seggiovia di Prà Alpesina, biglietto con skipass

Funivia del Baldo pronta a mettersi gli sci

13/12/2003 in Attualità
Parole chiave:
Di Luca Delpozzo
Stefano Joppi

Riapre domani i bat­ten­ti, dopo la pausa per l’ordinaria manuten­zione tec­ni­ca, la funi­via che col­le­ga il cen­tro dell’alto lago ai 1760 metri di Trat­to Spino. Parte così uffi­cial­mente la sta­gione inver­nale del Monte con l’apertura di tut­ti gli impianti sci­is­ti­ci: dal­la seg­giovia di Prà Alpesina alle sciovie Poz­za del­la Stel­la, Col­ma, Fal­co e Paperi­no. Il con­sorzio funi­co­lare per pro­muo­vere la mon­tagna veronese ha deciso di con­tenere al min­i­mo le tar­iffe degli skipass: un gior­naliero feri­ale cos­ta 14 euro men­tre quel­lo fes­ti­vo si attes­ta sui 16 euro. Si trat­ta, fat­ti due con­ti, di un aumen­to di tre e due euro in con­fron­to allo stes­so peri­o­do del­lo scor­so anno, ma a dif­feren­za dell’ultimo inver­no sarà pos­si­bile usufruire con lo stes­so skipass anche del­la seg­giovia Prà Alpesina e del­la sciovia Fal­co, nel 2002 rimaste ferme. Saran­no poi in vig­ore altre riduzioni per ragazzi fino a 14 anni o anziani oltre i 65anni. Per chi infine volesse rag­giun­gere il Bal­do con la funi­via solo per un pran­zo ad alta quo­ta, il cos­to del bigli­et­to anda­ta e ritorno dell’impianto di risali­ta è fis­sato nei giorni fes­tivi a 13 euro. Intan­to, sec­on­do i pri­mi dati for­ni­ti dal con­sorzio funi­co­lare, si sco­pre che nei pri­mi dieci mesi dell’anno sono salite con la funi­via nel Gia­rdi­no d’Europa più di 320mila per­sone, qua­si il doppio che nel pas­sato. Un aumen­to dovu­to alle carat­ter­is­tiche del nuo­vo impianto con cab­ine rotan­ti inau­gu­ra­to nel luglio del 2002 dal Pres­i­dente del­la Repub­bli­ca Car­lo Azeglio Ciampi. In par­ti­co­lare, si evince che il traf­fi­co passeg­geri è cresci­u­to di cir­ca il tre per cen­to se si con­fronta lo stes­so peri­o­do d’attività del rin­no­va­to impianto di risali­ta. Nel 2002 (20 luglio — 31 otto­bre) furono trasportate cir­ca 169 mila per­sone men­tre quest’anno nell’uguale las­so di tem­po sono tran­si­tate in cir­ca 174mila. Dati non di poco con­to se si con­sid­era la con­trazione di pre­sen­ze tur­is­tiche reg­is­trate quest’anno sul­la Riv­iera degli Olivi rispet­to all’anno prece­dente. Seg­nali incor­ag­gianti arrivano anche dal­la sta­gione inver­nale 2002/2003: nei tre mesi d’apertura sono state oltre 16.000 le per­sone che han­no scel­to il Monte Bal­do. Sem­pre in tema di numeri e dati, vale la pena ricor­dare che la seg­giovia Prà Alpesina, aper­ta dal 6 luglio al 14 set­tem­bre dopo 25 anni di chiusura esti­va, ha trasporta­to 7.500 persone.

Parole chiave: