I soldi previsti per il parcheggio ripianano il debito e consentono i nuovi lavori

Funivia, un milione dalla Regione per la stazione alta di Tratto Spino

19/09/2003 in Attualità
Parole chiave:
Di Luca Delpozzo
Stefano Joppi

La Regione ha stanzi­a­to un mil­ione di euro per la funi­via Mal­ce­sine-Monte Bal­do. Sol­di sul­la car­ta des­ti­nati dal­la Giun­ta di Palaz­zo Bal­bi per la real­iz­zazione del parcheg­gio inter­ra­to — già costru­ito — del­la stazione a valle dell’impianto di risali­ta che col­le­ga il cen­tro lacus­tre ai 1.760 metri di Trat­to Spino. La richi­es­ta di un con­trib­u­to stra­or­di­nario (ver­rà eroga­to in un’unica soluzione, come da delib­era) era sta­ta uffi­ciosa­mente avan­za­ta dal con­sorzio funi­co­lare nel gen­naio del 2001 al ter­mine di una visi­ta del vice pres­i­dente regionale Ange­lo Fior­in e del pres­i­dente del­la sec­on­da com­mis­sione regionale trasporti Raf­faele Baz­zoni ai vec­chi impianti di risali­ta. Nel chiu­so del­la bai­ta dei For­ti, luo­go di ris­toro a due pas­si del­la stazione funi­co­lare di monte, il pres­i­dente Giuseppe Ven­turi­ni ave­va aus­pi­ca­to l’intervento del­la Regione per con­tribuire alla costruzione del parcheg­gio sem­i­nter­ra­to di 200 posti auto a servizio degli uten­ti del­la funi­via. Il tut­to in tem­pi ristret­ti con­sideran­do che i lavori di rifaci­men­to del­la funi­via e delle infra­strut­ture dove­vano pro­cedere per ovvie ragioni di pari pas­so. Visti i tem­pi lunghi del­la polit­i­ca e del­la buro­crazia, il con­sorzio funi­co­lare decide­va di uti­liz­zare i fon­di pro­pri e il mutuo con­trat­to per la real­iz­zazione del parcheg­gio e dell’impianto di risali­ta accan­to­nan­do invece l’idea di costru­ire a Trat­to Spino un mod­u­lo des­ti­na­to alle attiv­ità di carat­tere tur­is­ti­co-com­mer­ciale. Ora, con l’arrivo del con­trib­u­to regionale e altri con­tribu­ti statali il vec­chio sog­no tor­na alla rib­al­ta. «A fine otto­bre dovrebbe par­tire l’appalto per la real­iz­zazione dell’opera che prevede oltre ad un bar ris­toro self-ser­vice, una sala d’accoglienza poli­va­lente per i tur­isti e negozi dove pot­er acquistare del Monte Bal­do», affer­ma Giuseppe Ven­turi­ni in mis­sione a Bolzano per vision­are l’acquisto di due bat­tip­ista per la stazione inver­nale di Mal­ce­sine. «Pri­ma di pro­cedere dob­bi­amo però con­vo­care il con­siglio d’amministrazione com­pos­to dai soci del­la Provin­cia, Cam­era di Com­mer­cio e Comune di Mal­ce­sine», con­clude Ven­turi­ni che non man­ca di ringraziare l’assessore regionale Rena­to Chisso e gli asses­sori verone­si che han­no fat­to squadra a favore del Monte Baldo.

Parole chiave: