Garda Jazz Festival: presentata l’edizione 2016

Parole chiave: - -
Iscriviti al nostro canale
Di Luigi Del Pozzo

Dal 29 luglio al 13 agosto la sedicesima edizione del Garda Jazz Festival torna ad animare l’Alto Garda con 16 serate di eventi: i comuni di Arco, Riva del Garda, Nago-Torbole, Drena, Tenno e Dro con le loro piazze, castelli, borghi medioevali, panorami suggestivi e alcuni tra i più belli scorci dell’Alto Garda valorizzeranno una proposta musicale d’eccellenza.

L’edizione 2016 del Garda Jazz Festival è stata presentata nella sede della Scuola Musicale Alto Garda, in via Guella a Riva del Garda, presenti il direttore Carlo Pedrazzolli e per le Amministrazioni comunali gli assessori Renza Bollettin (Riva del Garda), Silvia Girelli (Arco), Luisa Rigatti (Nago-Torbole) e Marina Malacarne (Dro); per la Comunità di Valle Alto Garda e Ledro l’assessora Patrizia Angeli; per Garda Trentino SpA il presidente Marco Benedetti.

L’immagine simbolo dell’edizione 2016 attraversa il mito e la leggenda di Ulisse e dell’ammagliante canto delle sirene. L’irresistibile, e nel caso nostro dolce, canto che arriva dalle rive del Garda, è sintesi e forza creativa sempre nuova, forma che si rinnova nel miglior spirito d’avventura e di contaminazione con nuovi linguaggi, mescolanze virtuose di etnie e stili diversi. L’ampio spettro di proposte del programma di Garda Jazz Festival evidenzia appunto la ricchezza e le potenzialità infinite del jazz.

Prima di entrare nel vivo dei concerti del main programme, il festival sarà aperto dall’anteprima Jazz Café, con ben 5 appuntamenti in location che uniscono il piacere dell’ascoltare la musica jazz dal vivo alla possibilità di gustare un aperitivo, una cena o trattenersi per un drink. Completano il programma due concerti itineranti della Stomp Dixie Band, che anche quest’anno animeranno con divertenti scorribande in forma dixieland le piazze e le spiagge dei centri coinvolti, nelle giornate di domenica 31 luglio e sabato 6 agosto.

I Jazz Café avranno inizio venerdì 29 luglio alla Cantina Agraria di Riva del Garda alle ore 19 con un concerto della LD3 Electric Jazz: questo energico trio dal forte impatto live conduce in un viaggio appassionato tra climi ed umori della musica jazz, etnica e funky, con largo spazio all’improvvisazione. In un viaggio tra musica, profumi e territorio, l’evento di apertura del Garda Jazz Festival sarà l’occasione in cui Agraria presenterà la nuova bottiglia dal design unico che caratterizzerà tutti i suoi oli extravergine.

Sabato 30 il Casinò municipale di Arco ospiterà il Funk Vibration Quartet alle ore 21, con un repertorio ricco di groove e ritmicità trascinante tipica della musica funk. Domenica 31 alla cantina di Mori Colli Zugna sarà la volta del Fiorenzo Zeni Trio alle 19.30, con chitarra, basso e sax; alle 19.30 alla Spiaggia degli Olivi di Riva del Garda si fermerà invece la Stomp Dixie Band, con concerto e aperitivo offerti. Lunedì primo agosto il ristorante Giardini Verdi di Riva del Garda ospiterà il D’Auria-Speri Jazz Duo dalle 20.45, che renderà omaggio alle più belle canzoni dei compositori americani che hanno reso grande la cultura e la storia del jazz. Conclude l’anteprima Jazz Café il concerto di martedì 2 agosto al ristorante Villetta Annessa di Riva del Garda, alle 20.30, che vede partecipare due artisti di assoluto spicco nel panorama nazionale: Gibellini Vs Ferrario.

Dal 3 agosto si entra nel vivo del festival con un cartellone ricchissimo: dieci giorni di concerti non-stop per dodici appuntamenti, che termineranno il 13 agosto.

Nella prima data di mercoledì 3 agosto il bastione di Riva del Garda ospiterà il fisarmonicista Fausto Beccalossi con il progetto solista MyTime, nella rilassata atmosfera di un luogo unico, con la sua splendida vista dall’alto sul lago di Garda.

Giovedì 4 agosto nel suggestivo borgo medioevale di Canale di Tenno ascolteremo Silvania Dos Santos & Giancarlo Bianchetti Duo, che in uno degli scorci più evocativi dell’Alto Garda ci trasporterà lontano con il suo stile elegante e raffinato, in un viaggio tra le più autentiche sonorità brasiliane.

Venerdì 5 agosto ci sposteremo alla chiesa Ss. Trinità di Nago per ascoltare il concerto piano e voce di Natalio Mangalavite, intitolato “La mia vita”. L’artista argentino ripercorrerà quarant’anni di carriera unendo sapientemente tango, milonga, chacarera e altri ritmi sudamericani al jazz e alle sonorità di Africa, Italia e Spagna, Paesi a cui è particolarmente legato.

Quella di sabato 6 agosto è una delle date più attese, sia per quanto riguarda la location sia per l’artista che vi si esibirà: il prato antistante l’incantevole castello di Arco, con la sua visuale che dall’alto spazia su tutta la “Busa”, ospiterà Yamandù Costa in un concerto di chitarra solista. Il musicista brasiliano, considerato uno dei maggiori fenomeni della musica brasiliana di tutti i tempi, da solo sul palco è in grado di estasiare grandi platee con la sua straordinaria versatilità e la magica capacità nel far risuonare la sua chitarra.

Nella stessa giornata nel centro storico di Torbole sul Garda si terrà il concerto itinerante con la Stomp Dixie Band dalle ore 18.30 alle 20. La band recupera il jazz degli “anni ruggenti”, delle atmosfere tipiche del New Orleans e del Chicago Style, del Charleston e del Ragtime, in una performance dal taglio scanzonato in stile “Dixieland”.

Domenica 7 agosto alle ore 18 il castello di Drena ospiterà nella sua splendida cornice l’originale duo afrojazz Guido Bombardieri & Dudù Kouate. Da questa unione artistica italo-senegalese deriva una suggestiva rilettura e interpretazione in chiave afro-jazz della musica popolare e dei canti della tradizione africana, con strumenti a fiato, voce e percussioni tipiche africane.

Lunedì 8 agosto nel cortile interno della Rocca di Riva del Garda si esibiranno S. Tasca, R. Caon e M. Carlesso con il progetto Mediterre in un concerto che può essere definito una sorta di viaggio fantastico nel Mediterraneo, in un intreccio creativo fra tradizioni latine e nordafricane. Le composizioni sono ispirate a Spagna, Grecia, Italia, Turchia, Albania e Nord Africa, ed esprimono le caratteristiche più evidenti delle musiche dei diversi popoli mediterranei.

Martedì 9 agosto sarà la volta di Torbole sul Garda e della sua sempre vivace piazzetta Lietzmann, dove Cristina Zavalloni, cantante eclettica e musicista dalla grande vena creativa, presenterà il suo ultimo affascinante lavoro intitolato “Special Dish”. Un ricco alternarsi di sapori e atmosfere, sintesi di un giocoso mix di successi pop, liriche greche, musica brasiliana, standard jazz e brani originali, per un coinvolgimento assicurato.

Mercoledì 10 agosto ci si sposta invece a Pietramurata in piazza Canonica, dove il Giovanni Falzone Trio presenterà “Freak-Folk”, un progetto che nasce con il desiderio di sperimentare attorno alle musiche di tradizione folk di varie regioni d’Italia intrecciate a brani originali composti dallo stesso Falzone. Il trio si muove in territori sonori sempre sorprendenti, alternando momenti di “interplay” a momenti in cui la melodia diventa l’elemento fondamentale intrecciandosi con gli strumenti elettronici.

Giovedì 11 agosto sarà la volta del “Silver Friends Trio” di Francesca Bertazzo Hart, che si esibirà a Nago a castel Penede, nuova location dell’edizione 2016. Cantante dalla grande capacità d’improvvisazione e tra le più importanti cantanti scat italiane, Francesca Bertazzo Hart presenta al Garda Jazz Festival un programma che spazia tra swing, latin e jazz, tratto in parte dall’album “Silver Friends”, un disco dedicato alla musica di Horace Silver.

Venerdì 12 agosto l’elegante location del Du Lac et Du Parc Grand Resort di Riva del Garda ospiterà il Puccini Jazz Quartet con M. Polga, M. Toniolo, D. Santaniello e M. Chiarella. Appuntamento imperdibile per gli appassionati delle opere di Giacomo Puccini: il quartetto presenterà un repertorio tratto dalle più belle pagine operistiche, arie e brani strumentali del musicista, da “Manon Lescaut” e “Tosca” a “Fanciulla del West” e “Tourandot”, rivisitati secondo la sensibilità e gli stilemi del jazz.

Sabato 13 agosto la rassegna si chiuderà con due concerti a Riva del Garda. Il primo, alle ore 18 nel cortile interno della Rocca, si intitola “Una storia a tempo di jazz” ed è rivolto al giovane pubblico tra i 6 e i 13 anni con la famiglia, realizzato in collaborazione tra Scuola Musicale Alto Garda e Fondazione Aida. Attraverso narrazione teatrale, canto e musica si vuole raccontare il jazz ai bambini in modo nuovo e naturale, facendo imparare loro a conoscere l’improvvisazione.

Il concerto finale del festival 2016 sarà ospitato anche quest’anno dal Palazzo dei Congressi di Riva del Garda alle ore 21. In occasione dell’ultimo concerto Garda Jazz Festival ha abituato il suo pubblico a vedere sul palco grandi artisti di rilievo internazionale; questa edizione non sarà da meno e si chiuderà in bellezza con due ospiti d’eccezione: gli straordinari Gino Paoli e Danilo Rea, amati e riconosciuti in particolar modo dal pubblico italiano. Questo straordinario duo riunisce il cantautore che ha scritto alcune tra le più belle pagine della musica italiana dell’ultimo secolo, ed un pianista fra i più lirici e creativi di oggi. Il progetto che presenteranno al Garda Jazz Festival è “Due come noi che…”, un racconto fatto di profonde e vibranti emozioni. Gino Paoli porterà sul palco anche alcuni dei suoi grandi successi, nei delicati intrecci della sua voce con il pianoforte di Danilo Rea.

Il Garda Jazz Festival nasce dalla collaborazione della Scuola Musicale Alto Garda (Smag) con i Comuni di Arco, Dro, Drena, Nago–Torbole sul Garda, Riva del Garda e Tenno, che sostengono il Festival accanto ai vari sponsor, fra i quali la Cassa Rurale Alto Garda, Garda Trentino, il Du Lac et Du Parc Grand Resort di Riva del Garda, Riva del Garda Fierecongressi e i numerosi locali che promuovono la rete dei Jazz Cafè.

L’ingresso alla maggior parte degli appuntamenti sarà libero. Per i concerti a pagamento è possibile acquistare il biglietto attraverso il sistema “Primi alla Prima” delle Casse Rurali trentine, online, nella segreteria della Scuola Musicale Alto Garda a Riva del Garda, oppure all’ingresso dei concerti a partire da un’ora prima dell’inizio.

Parole chiave: - -

Commenti

commenti