Migliora la situazione ma resta l’allarme

Garda, lago in discesa ma c’è il rischio-vento

Di Luca Delpozzo
Lago di Garda

Ieri gli abi­tan­ti e i molti gestori di locali e strut­ture ricettive che s’af­fac­ciano sul han­no potu­to tirare un sospiro di sol­lie­vo. In assen­za del­la piog­gia, l’in­va­so del Gar­da non ha cre­ato minac­ce come due giorni pri­ma. La quo­ta, sec­on­do i dati del­la , ieri oscilla­va fra i 140 e i 136 cm. sopra lo zero idro­met­ri­co di Peschiera, con uno scari­co a valle (diga di Salionze) pari a 175 metri cubi al sec­on­do. Si trat­ta di un buon deflus­so, che sta con­sen­ten­do all’enorme baci­no di non eson­dare. A questo pun­to res­ta un solo peri­co­lo: il ven­to che potrebbe sof­fi­are da nord nelle prossime ore. In questo sci­agu­ra­to caso si potrebbe ripetere la vio­len­ta bur­ras­ca di tre anni fa, che provocò enor­mi dan­ni a molte abitazioni di Sirmione, Desen­zano e Salò (com­pre­so l’ospedale salo­di­ano) e stac­cò dagli ormeg­gi lo «Space Boat» dal­la zona del parcheg­gio Monte . L’«ufo» gal­leg­giante, dopo aver dis­trut­to alcu­ni pon­tili, si schi­antò a pochi metri dal ris­torante «Vec­chia Lugana». Gar­da Emer­gen­za, il servizio inter­co­mu­nale di con sede a Sirmione, res­ta comunque in sta­to di mas­si­ma aller­ta. In caso di peri­co­lo si può chia­mare il numero verde 800–610110 a qual­si­asi ora. Infine, la Comu­nità del Gar­da. I suoi uffi­ci con­tin­u­ano ad essere pun­to di rifer­i­men­to per tut­ti, mal­gra­do le com­pe­ten­ze siano state asseg­nate ad altri. E pen­sare che c’è chi la vor­rebbe sopprimere.