Garda Lake: un lago di opportunità

10/04/2015 in Attualità
Di Luca Delpozzo

Undi­ci comu­ni, il ter­ri­to­rio del nos­tro lago uni­to a quel­lo col­linare e un solo prog­et­to di svilup­po tur­is­ti­co com­mer­ciale lega­to all’attrattività del ter­ri­to­rio tur­is­ti­co. Sono i temi por­tan­ti che han­no gen­er­a­to il prog­et­to “Gar­da L@ke, un lago di oppor­tu­nità”, pre­sen­ta­to sul ban­do Dis­tret­ti dell’attrattività del Pirellone e giun­to al ter­zo pos­to nel­la grad­u­a­to­ria che ha pre­mi­a­to i 33 prog­et­ti più meritevoli del ter­ri­to­rio lom­bar­do su un totale di 64 presentati.

Il prog­et­to ha ottenu­to un con­trib­u­to a fon­do per­du­to da , pari a 385mila euro. Le azioni pre­sen­tate a finanzi­a­men­to dovran­no essere con­cluse obbli­ga­to­ri­a­mente entro e non oltre il 31 dicem­bre del 2015. L’importo com­p­lessi­vo del prog­et­to ammon­ta a 1.570.445 euro, di cui 1.025.445. euro a cari­co delle pub­bliche ammin­is­trazioni del Dis­tret­to dell’attrattività, 385mila euro come con­trib­u­to a fon­do per­du­to da parte di Regione Lom­bar­dia e 160mila come quo­ta parte delle imp­rese pri­vate per i pro­pri inves­ti­men­ti, che ver­ran­no agevolati e finanziati in parte attra­ver­so un’azione di sistema.

IL PARTENARIATO – Il prog­et­to ha com­pre­so il ter­ri­to­rio del­la spon­da bres­ciana lacus­tre del lago e ha pros­e­gui­to l’asse ver­so le colline moreniche. In prat­i­ca dal con­fine veronese alle porte del­la cit­tà di Bres­cia. In totale 11 comu­ni che van­no a com­porre questi ter­ri­tori. Nel­lo speci­fi­co si trat­ta di : Desen­zano, Lona­to, Bedi­z­zole, Cal­vagese del­la Riv­iera, Sirmione, Padenghe, Poz­zolen­go, Moni­ga, Maner­ba, Polpe­nazze, Soiano. Il ruo­lo di capofi­la è sta­to asseg­na­to all’Unione dei comu­ni del­la Valte­n­e­si, già capofi­la dell’omonimo dis­tret­to del com­mer­cio. Insieme ai comu­ni, ci sono Con­f­com­mer­cio Bres­cia, Con­fe­ser­centi Bres­cia, Con­sorzio lago di Gar­da Lom­bar­dia, il sis­tema tur­is­ti­co “Lago del Gar­da bres­ciano” e la Fon­dazione Ugo da Como.

LA STRATEGIA – La strate­gia si svilup­pa per tre assi prin­ci­pali: da un lato la riqual­i­fi­cazione delle risorse/punti di inter­esse (anche le imp­rese pri­vate); la pro­mozione di tali risorse ver­so l’esterno e ver­so i con­testi di pro­mozione ritenu­ti i più oppor­tu­ni, oltre che la definizione di una migliore fruibil­ità del ter­ri­to­rio da parte del tur­ista, con un occhio di riguar­do al tur­is­mo di tipo espe­rien­ziale e sostenibile.

LE AZIONI – La strate­gia prevede il miglio­ra­men­to delle risorse pre­sen­ti sul ter­ri­to­rio. Si svilup­pa attra­ver­so opere pub­bliche mirate alla sis­temazione del­la via­bil­ità attorno ai pun­ti di inter­esse, al restau­ro con­ser­v­a­ti­vo di alcu­ni di essi, alla real­iz­zazione di opere com­ple­men­tari che pos­sano dare al ter­ri­to­rio un val­ore aggiun­to dal pun­to di vista tur­is­ti­co-ricetti­vo-com­mer­ciale. Nel­lo speci­fi­co ecco gli inter­ven­ti dei comu­ni pre­visti, che ammon­tano a un inves­ti­men­to totale di oltre un mil­ione di euro.

COMUNE DI DESENZANO - Real­iz­zazione di un nuo­vo spazio di accoglien­za e spoglia­toi per tur­isti pres­so Spi­ag­gia d’Oro, manuten­zione stra­or­di­nar­ia delle pavi­men­tazioni in por­fi­do di via Sant’Angela Meri­ci, riqual­i­fi­cazione laghet­to con costruzione orti sociali e rifaci­men­to via Mazzini

COMUNE DI BEDIZZOLE - Riqual­i­fi­cazione del cen­tro sporti­vo G. Siboni e posa di arredo urbano al par­co Airone.

COMUNE DI MANERBA — Riqual­i­fi­cazione urbana di piaz­za San Bernar­do in local­ità Mottinelle.

COMUNE DI SOIANO - Manuten­zione e val­oriz­zazione del per­cor­so vita al par­co del Castel­lo, instal­lazione del sis­tema dig­i­tale di infor­mazione tur­is­ti­ca, posa di arredo urbano e adegua­men­to del­la scala di emer­gen­ze nel castel­lo comunale.

COMUNE DI POZZOLENGO — Posa di nuo­vo arredo urbano.

UNIONE DEI COMUNI DELLA VALTENESI

Manuten­zione stra­or­di­nar­ia del­la via­bil­ità comu­nale di Soiano del lago, riqual­i­fi­cazione di via D’annunzio, manuten­zione delle super­fi­ci murarie del castel­lo e abbat­ti­men­to delle bar­riere architet­toniche lun­go la via­bil­ità comu­nale di Padenghe sul Gar­da. Rifaci­men­to del­la pavi­men­tazione in por­fi­do in via Mar­tiri del­la lib­ertà e miglio­ra­men­to degli argi­ni prospici­en­ti il castel­lo di Polpe­nazze del Garda.

IL TURISTA PROTAGIONISTA DEL TERRITORIO

È l’ultimo anel­lo di ques­ta breve ma fon­da­men­tale cate­na e prevede una vera e pro­pria riv­o­luzione nel­la ges­tione del tem­po offer­ta al vis­i­ta­tore del territorio.

Le azioni prin­ci­pali potran­no essere lo svilup­po di una appli­cazione per smart­phone e tablet, che pos­sa diventare una vera e pro­pria gui­da espe­rien­ziale per il tur­ista, man­i­fes­tazioni da vivere in chi­ave sem­pre più dig­i­tale, guide e accom­pa­g­na­tori preparati e pro­fes­sion­ali, capaci non solo di spie­gare e illus­trare ma anche e soprat­tut­to di coin­vol­gere il tur­ista vis­i­ta­tore nell’esperienza uni­ca di immerg­er­si nel con­testo nat­u­rale, tradizionale, artis­ti­co, cul­tur­ale, stori­co, enogas­tro­nom­i­co ed espe­rien­ziale del Gar­da. Inter­es­sante anche l’idea di un fes­ti­val del rac­con­to, per fornire al pub­bli­co un mix di sto­ry telling tra espe­rien­ze locali ed espe­rien­ze glob­ali, sfrut­tan­do la for­ma di spet­ta­co­lo nar­ra­ti­vo più in voga del momento.