Grande importanza l’argomento che riguarderà la trasformazione dell’Azienda Speciale Consorzio Garda Uno in SPA.

Garda Uno in Assemblea

Di Luca Delpozzo
Luigi Del Pozzo

Si riu­nirà lunedì prossi­mo, 7 feb­braio, ore 18.00, pres­so la sede di via Chiusure a Portese, l’Assemblea Gen­erale del Con­sorzio con­vo­ca­ta dal vice pres­i­dente e sin­da­co di Moni­ga Erman­no Pollini.Particolarmente impor­tan­ti ed inter­es­san­ti gli argo­men­ti all’ordine del giorno a com­in­cia­re dall’approvazione del­la Relazione Pre­vi­sion­ale Pro­gram­mat­i­ca Tri­en­nale, Bilan­cio tri­en­nale 2000–2001-2002, e Bilan­cio di Pre­vi­sione 2000. Il pre­ven­ti­vo per l’anno in cor­so pareg­gia a 25 mil­iar­di e 167 mil­ioni, cifra che da sola sta a con­fer­mare la con­sis­ten­za delle attiv­ità consortili.Di indub­bia e grande impor­tan­za sarà anche l’argomento che riguarderà la trasfor­mazione dell’Azienda Spe­ciale in SPA.Un altro pun­to riguar­da la Cos­ti­tuzione di soci­età per il trat­ta­men­to del­la frazione umi­da dei rifiu­ti con le Soci­età INTDEPCAST srl di Cas­tiglione delle Stiviere e la T.E.A. di Mantova.Sicuramente nel cor­so del­la relazione illus­tra­ti­va ver­rà pos­to in par­ti­co­lare rilie­vo la neces­sità che i Comu­ni del Gar­da bres­ciano che non han­no anco­ra con­fer­i­to all’Azienda i servizi pub­bli­ci di inter­esse locale e ril­e­van­za indus­tri­ale (in par­ti­co­lare quel­li con­nes­si al ciclo inte­gra­to dell’acqua: acque­dot­ti e fog­na­ture) acceleri­no l’iter delib­er­a­ti­vo, in quan­to l’attuale asset­to nor­ma­ti­vo (legge gal­li, legge Mer­loni “ter”) esclude che tali servizi pos­sano essere anco­ra gesti­ti diret­ta­mente dai Comu­ni, e il “Col­le­ga­to” alla Finanziaria, di futu­ra e immi­nente emanazione, prevede il loro affi­da­men­to all’esterno, con con­seguente perdi­ta del­la pos­si­bil­ità, da parte dei Comu­ni, di effet­tuare con­trol­li e deci­sioni sulle tar­iffe o sul­la qual­ità dei servizi, pos­si­bil­ità che, invece, con­tin­ua, quan­do l’affidamento dei servizi avviene in favore dell’Azienda Spe­ciale, nel­la cui Assem­blea i Comu­ni han­no voce in capi­to­lo, per mez­zo dei loro sindaci.Nel cor­so del­la sedu­ta ver­rà pre­sen­ta­ta anche la relazione riguardante la cos­ti­tuzione, assieme all’ e ad altri sogget­ti pri­vati, di un con­sorzio fra uten­ti di ener­gia elet­tri­ca per ottenere con­dizioni di for­ni­tu­ra più vantaggiose.All’ultimo pun­to dell’ordine del giorno è fis­sa­ta l’elezione del nuo­vo pres­i­dente dell’Assemblea dovu­ta allo sciogli­men­to antic­i­pa­to del Con­siglio Comu­nale di Lona­to e con­seguen­ti dimis­sioni del sin­da­co Man­lio Mantovani.