Superato Costigliole Saluzzo. Questa mattina a «Mezzogiorno in famiglia» su Rai due

Garda vince la coppama ora deve ripetersi

18/02/2007 in Attualità
Parole chiave: - -
Di Luca Delpozzo
(a.s.)

Sarà anche un osso duro Costigli­ole Saluz­zo, il paese piemon­tese che da quat­tro set­ti­mane è cam­pi­one del­la trasmis­sione in onda il fine set­ti­mana su Rai due, ma intan­to ieri Gar­da ha vin­to e si è aggiu­di­ca­ta la cop­pa provvi­so­ria. Una vit­to­ria che ha reso eufori­ca la piaz­za del munici­pio, dove si è svol­ta la pri­ma parte del­la trasmis­sione «Mez­zo­giorno in famiglia», con­dot­ta da Tiberio Tim­peri e Adri­ana Volpe, con la regia di Michele Guardì. Alle 9,30, una fines­tra tele­vi­si­va di un min­u­to ha trasmes­so un vide descrit­ti­vo dell’ambiente garde­sano. Poi sono iniziate le prove di reg­is­trazione in piaz­za, con fig­u­ran­ti in cos­tume d’epoca del Palio delle con­trade, più volte men­zion­a­to dal­la con­dut­trice in col­lega­men­to da Gar­da, Chiara Gial­lonar­do. Ripresi anche voga­tori sulle gon­do­le garde­sane, bam­bi­ni in maschera e tan­ta gente rac­col­ta intorno alla tavola imban­di­ta di piat­ti e vini tipi­ci lacustri.A fare gli onori di casa, il pro­fes­sore di let­tere, Fabio Gag­gia, che ha ricorda­to la vocazione tur­is­ti­ca del paese, con radi­ci però nel­la tradizione del­la pesca, per viag­gia­re nel tem­po fino al peri­o­do in cui Gar­da era un anti­co palaz­zo impe­ri­ale ger­man­i­co. «Paese che da anche il nome al più grande lago d’Italia e non vicev­er­sa come si potrebbe pen­sare», ha sot­to­lin­eato il pro­fes­sore. Il pres­i­dente dell’associazione ris­tora­tori «Antichi sapori di Gar­da», Luca Zaglio, ha poi illus­tra­to alle tele­camere i piat­ti tipi­ci: luc­cio in sal­sa, sarde in saor, ai fer­ri, bigoli con le sarde e risot­to con la tin­ca. Piat­ti accom­pa­g­nati da rosso Bar­dolino, del Gar­da e Soave.Per la squadra garde­sana, Ele­nio Rag­no­li­ni, 35 anni, ex gio­ca­tore pro­fes­sion­ista di serie C, ha pronos­ti­ca­to il risul­ta­to di tre par­tite di cal­cio cen­tran­done due (Genoa-Mod­e­na 1; Juven­tus-Cro­tone 1) e sbaglian­do il ter­zo (Tre­vi­so-Bres­cia x). Dieci i con­cor­ren­ti di Gar­da entrati nel­lo stu­dio del­la Rai a Roma alle 11,45, che si sono sot­to­posti a svariati giochi e quiz. Ivano Mon­ese, il pri­mo garde­sano doc che ha gareg­gia­to con­tro il paese con­cor­rente, ha pareg­gia­to con finale di tor­ta in fac­cia. Dopo la cop­pia Lau­ra Del­la Valle ed Andrea Sof­fiati, fini­ta anche ques­ta vol­ta con una doc­cia fred­da sot­to l’ombrello per Lau­ra, sono entrati in sce­na nel gio­co «bacio o schi­af­fo», Tatiana Lon­cri­ni e Mar­cel­lo Salier, che si è aggiu­di­ca­to due baci e due schi­af­fi, con grande ilar­ità del pub­bli­co del suo paese che lo ha segui­to dal­la piazza.A mez­zo­giorno, col­lega­men­to per la scommes­sa con, davan­ti alla tele­cam­era, il coman­dante dei vig­ili di Gar­da, Gior­gio Mon­do: il gio­co con­sis­te­va nel rius­cire a portare in piaz­za il mag­gior numero di navi in bot­tiglia e Gar­da ha rac­colto in un’ora 88 velieri sot­to vetro, con­tro i 68 di Costigli­ole Saluz­zo. Ser­gio Lib­er­ali, vig­ile del comune, Ivano Mon­ese ed Andrea Sof­fiati, han­no poi tri­onfa­to in stu­dio nel gio­co delle mani. Cop­pa quin­di a Gar­da e all’ultimo ten­ta­ti­vo di recu­pero, lo «strap­pa-cop­pa», Costigli­ole Saluz­zo per un pelo ha per­so la pro­va con­seg­nan­do così la vit­to­ria del­la pri­ma pun­ta­ta a Gar­da. Se Gar­da rius­cirà a strap­pare il tro­feo al paese piemon­tese anche oggi, si aggiu­dicherà la parte­ci­pazione alla trasmis­sione di saba­to e domeni­ca prossi­ma e così via fino a quan­do non sarà sconfitta.Il paese che si sarà aggiu­di­ca­to più vit­to­rie, in pri­mav­era vin­cerà uno scuo­labus. Intan­to Gar­da ha già vis­su­to una pri­ma gior­na­ta di ecc­i­tazione e di vet­ri­na tele­vi­si­va, in una trasmis­sione segui­ta da cir­ca due mil­ioni di tele­spet­ta­tori, con le troupe rai in piaz­za fin da ven­erdì pomerig­gio per l’allestimento del set.

Parole chiave: - -