E’ giunta alla 6ª edizione e si correrà domenica 14 maggio. Dovrebbero iscriversi 130 equipaggi. Una gara di voga da Maderno a Salò, Isola Borghese e ritorno

Gardalonga apre la stagione

Parole chiave: -
Di Luca Delpozzo
Sergio Zanca

Domeni­ca 14 mag­gio si cor­rerà la Garda­lon­ga, giun­ta alla ses­ta edi­zione. E’ l’aper­tu­ra del­la sta­gione sul­l’ac­qua sul Gar­da. Parten­za alle ore 10 dal gol­fo di Mader­no. Le imbar­cazioni a remi di qual­si­asi genere (bisse, kayak, canoe a uno o a due, jole, sin­goli, mas­carette, persi­no bar­coni del Po e «drag­on boat» del Trenti­no) pun­ter­an­no sot­to cos­ta ver­so Salò. Qui è pre­vis­to il riforn­i­men­to d’ac­qua. Rag­giunte le Tavine, i con­cor­ren­ti pros­eguiran­no ver­so la Baia del Ven­to e i Grosti di Portese. Quin­di il perip­lo del­l’iso­la di pro­pri­età del­la famiglia Cavaz­za, e il ritorno a Mader­no. Lunghez­za del­la pro­va: 25 chilometri. In alter­na­ti­va c’è la pos­si­bil­ità, giun­ti a Salò, di tornare subito indi­etro, accor­cian­do il per­cor­so. Orga­niz­za la Remiera, che fa capo a Pao­lo Rosi­na (nuo­vo pres­i­dente) e ai fratel­li Big­not­ti, Gian Pao­lo & Mau­r­izio. Alla Garda­lon­ga, orga­niz­za­ta sul­l’e­sem­pio del­la Voga­lon­ga di Venezia, dovreb­bero iscriver­si almeno 130 equipag­gi (più di 250 i parte­ci­pan­ti). Proven­gono da ogni parte: Chiog­gia, Caor­le, Cavarzere, Pia­cen­za, , Pusiano, Man­to­va, Lodi, Cre­mona, Lec­co, ecc. Per tacere degli stranieri. Nutri­to, ad esem­pio, il grup­po dei tedeschi, che abit­ual­mente fre­quen­tano il Chiem­see. Non man­cano gli svizzeri che, spes­so, fan­no una cap­ati­na in zona, richia­mati soprat­tut­to dal­la di Gargnano. Sta­vol­ta han­no chiesto infor­mazioni anche dal­la Fran­cia. Nel 2004 c’è sta­to il debut­to asso­lu­to di un drag­on boat di Tren­to, con una tam­bu­ri­na che scan­di­va il rit­mo. Quest’an­no potreb­bero arrivarne altri due o tre, nel qual caso lo spet­ta­co­lo aumenterebbe. La sper­an­za è che il tem­po reg­ga, in modo da con­sen­tire uno svol­gi­men­to tran­quil­lo. Nel­l’ul­ti­ma edi­zione ha preval­so l’ot­to mis­to del­la Can­ot­tieri e dei Volon­tari del Gar­da, com­pos­to da Bar­bara Apol­lo­nio, Alice Com­boni, Val­ter e Rober­to Visi­oli, Nico­la Mari­no, Lars Cavaz­za, Eric Zan­ca, Rudi Samuel­li e Car­lo Franchi, tim­o­niere. Tem­po imp­ie­ga­to: un’o­ra, 49 minu­ti e 9 sec­on­di. Sec­on­do il K2 di Ezio Cal­dognet­to (allena­tore all’Idrosca­lo di Milano, vinci­tore di numerosi titoli ital­iani) e Leonar­do Zap­pel­la, in 1.58′50″. Saba­to 6 mag­gio, sem­pre a Toscolano Mader­no, si ter­rà la gior­na­ta del remo. In mat­ti­na­ta, alle 10, nel­l’aula magna del­la scuo­la media, ci sarà un incon­tro con gli stu­den­ti. Alle 14.30, nel­l’ex cam­po ippi­co, fes­ta con giochi, ani­mazione e pro­va gra­tui­ta sulle imbar­cazioni. Intan­to la Remiera, che ha la pro­pria sede in un pre­fab­bri­ca­to in leg­no sul lun­go­la­go, ha cam­bi­a­to pres­i­dente. Pao­lo Rosi­na, 38 anni, di Portese, frazione di San Felice, è suben­tra­to a Gian Pao­lo Big­not­ti, macel­laio a Gargnano. Rosi­na, sposato, papà di una bam­bi­na di tre mesi, è un tec­ni­co spe­cial­iz­za­to nel­l’in­stal­lazione delle linee Adsl per Inter­net. Ha com­in­ci­a­to a gareg­gia­re sulle bisse, pri­ma con «Athena», dal 2000 su «Benacum». E intende con­tin­uare a pieno rit­mo. I suoi com­pag­ni di voga: Alex Samuel­li, Nico­la Tav­erni­ni e Cris­t­ian Eccli. Ris­erve: Pao­lo Big­not­ti e Rober­to Vergna. «Il nos­tro par­co sta aumen­tan­do — dice il neo­pres­i­dente-. Abbi­amo tre bisse, l’ul­ti­ma ci è sta­ta ven­du­ta dai verone­si di Cas­sone. Inoltre vogliamo acquistare cinque canoe per coin­vol­gere i gio­vani. Ivo Gar­du­mi, un istrut­tore di Raf­fa (Pueg­na­go), ter­rà dei cor­si». Ulti­ma notizia. Nel gol­fo di Mader­no, saba­to, si è svol­ta la pri­ma gara del cam­pi­ona­to pri­maver­ile di barche in vetroresina, con un equipag­gio a due rema­tori. Lunghez­za del per­cor­so: un paio di chilometri. Han­no vin­to i fratel­li Cal­dana di Peschiera: Fran­co, autista (va in giro col camion a con­seg­nare pesce), e Luca, operaio. Sono par­ti­ti a 42 colpi al min­u­to, e non han­no mai accusato un atti­mo di fles­sione. Alle loro spalle, Pao­lo Tac­coni e Umber­to Broglia. Terzi Bar­bi­eri & Brac­chi, di Clu­sane (Iseo), i migliori dei bres­ciani. Ercu­liani e Baruf­fal­di, di Gar­done Riv­iera, han­no chiu­so al ses­to pos­to. Prossi­mi appun­ta­men­ti: il 29 aprile a Sirmione, il 6 mag­gio a Gar­da, il 13 a Peschiera, il 21 a Lazise, il 27 a Cas­sone. Finale il 3 giug­no a Peschiera.

Parole chiave: -