Domenica 10 maggio la nona edizione della traversata in barca organizzata dalla «Remiera».
Sarà un vero spettacolo: dai kayak alle canoe, dalle mascarette ai grandi dragon-boat una traversata lunga venticinque chilometri

Gardalonga, tutti a remitra Maderno e Salò

Parole chiave: -
Di Luca Delpozzo
Sergio Zanca

Scat­terà domeni­ca 10 mag­gio la nona edi­zione del­la «Garda­lon­ga»: le imbar­cazioni a remi di qual­si­asi genere (le bisse, i kayak, le canoe a uno o a due, le jole, i sin­goli, le mas­carette, persi­no i bar­coni del Po e i drag­on boat del Trenti­no, che saran­no ben quat­tro) par­ti­ran­no alle 10 dal gol­fo di Mader­no e pun­ter­an­no sot­to cos­ta ver­so Salò, dove è pre­vis­to il riforn­i­men­to d’ac­qua. Rag­giunte le Tavine, i con­cor­ren­ti pros­eguiran­no ver­so la Baia del Ven­to e i Grosti di Portese. Quin­di il perip­lo del­l’iso­la di pro­pri­età del­la famiglia Cavaz­za, e il ritorno a Mader­no. Lunghez­za del­la pro­va: 25 chilometri. In alter­na­ti­va c’è la pos­si­bil­ità, giun­ti a Salò, di tornare subito indi­etro, dimez­zan­do il per­cor­so (ver­sione cor­ta di 13 chilometri). Orga­niz­za la Remiera (nel­la cui sede è avvenu­ta la pre­sen­tazione stam­pa), che fa capo a Pao­lo Rosi­na, col patrocinio di comune, Provin­cia, Regione, Comu­nità mon­tana par­co, Con­sorzio Riv­iera dei limoni e Uisp.«LA NOSTRA ASSOCIAZIONE è nata nel 1985 — spie­ga Rosi­na-. All’inizio ci siamo ded­i­cati preva­len­te­mente alla voga vene­ta, dis­putan­do il cam­pi­ona­to esti­vo delle bisse. In segui­to abbi­amo allarga­to gli oriz­zon­ti, aderen­do a man­i­fes­tazioni remiere a Venezia, sulPo e sull’Arno. Nell’inverno 2000-01 si è pen­sato di orga­niz­zare una man­i­fes­tazione che riu­nisse tut­ti i tipi di imbar­cazione a remi. Così è nata la Garda­lon­ga, che si affi­an­ca al Palio del­la Befana e a quel­lo di . Parte­cip­i­amo anche al cam­pi­ona­to pri­maver­ile delle gon­do­le garde­sane, con due voga­tori. Negli ulti­mi anni abbi­amo amplia­to l’attività, ded­i­can­do­ci alla canoa e al kayak, e acquis­ta­to un Drag­on boat. Gra­zie a un istrut­tore fed­erale, teni­amo cor­si per le scuole e per chi­unque voglia impratichir­si. Il nos­tro obi­et­ti­vo prin­ci­pale è di far conoscere a gio­vani e adul­ti uno sport sano, a stret­to con­tat­to con la natu­ra, che per­me­tte di ammi­rare zone mer­av­igliose da un pun­to di vista priv­i­le­gia­to: il lago».La novità di quest’anno è rap­p­re­sen­ta­ta dal­la pre­sen­za per la pri­ma vol­ta delle canoe poli­ne­siane e dal fat­to che la com­pe­tizione rap­p­re­sen­ta la pri­ma tap­pa del Gar­dathlon, che con­sen­tirà di procla­mare gli iron man del lago. Prossi­mi appun­ta­men­ti: il 19 giug­no con la cor­sa podis­ti­ca di Gar­done Riv­iera, l’11 luglio con la tra­ver­sa­ta a nuo­to da Tor­ri a Mader­no, il 19 set­tem­bre con la cronosca­la­ta di 11 chilometri a Tremo­sine e il 1 novem­bre con la mara­tona delle frazioni a Maner­ba. Ulte­ri­ori con­tat­ti sono in cor­so per inserire altre gare. Ver­rà sti­la­ta una clas­si­fi­ca gen­erale a pun­ti, in base ai piaz­za­men­ti ottenuti.La mara­tona inizierà saba­to 9 mag­gio con il grande spiedo nell’ex cam­po ippi­co, sul lun­go­la­go (aper­tu­ra stand gas­tro­nom­i­co alle 18). Alle 21 musi­ca dal vivo con «The house of mir­rors». Domeni­ca alle 9.30 tur­isti e sup­port­er potran­no imbar­car­si sul bat­tel­lo, al molo dinanzi all’hotel . Alle 10 il via del­la com­pe­tizione. La cuci­na riaprirà a mez­zo­giorno. Alle 14 le pre­mi­azioni, e l’estrazione a sorte del­la canoa mes­sa in palio da uno spon­sor.

Parole chiave: -