L’Anas deciderà venerdì se riaprire la statale, interrotta da una frana a novembre. Gli operatori turistici temono contraccolpi per Natale

«Gardesana» col fiato sospeso

19/12/2000 in Avvenimenti
Parole chiave:
Di Luca Delpozzo
Bruno Festa

Gra­vano anco­ra incertezze sul­l’aper­tu­ra a sud di Limone del­la statale Garde­sana entro , vale a dire tra pochi giorni. I lavori di dis­gag­gio e bonifi­ca del­la parete sono tut­to­ra in cor­so e non potran­no essere com­ple­tati per il ter­mine di ques­ta set­ti­mana. Si aggiun­ga che la sola oper­azione di per­forazione del­la mon­tagna onde col­lo­care 200 para­mas­si richiederà almeno un’al­tra set­ti­mana. Sono, nel frat­tem­po, state accer­tate le con­dizioni del­la car­reg­gia­ta (anche ieri, alcu­ni diri­gen­ti del­l’Anas era­no sul pos­to) che, in parte, era sta­ta trasci­na­ta nel lago dal­la frana di novem­bre. Ebbene, in un pun­to è par­ti­ta metà del­la stra­da, per cui sarà in ogni caso nec­es­sario — se si propen­derà per l’aper­tu­ra — ricor­rere al sen­so uni­co alter­na­to. Il prob­le­ma del tran­si­to alter­na­to appare comunque sec­on­dario, in con­sid­er­azione che — in ques­ta sta­gione — il traf­fi­co è notevol­mente ridi­men­sion­a­to rispet­to ai mesi estivi. Res­ta aper­ta, invece, la ques­tione del­la sicurez­za da garan­tire agli auto­mo­bilisti. Ad oggi, ogni vol­ta che spi­ra un po’ di ven­to o quan­do — nelle ore più calde del­la gior­na­ta — la mon­tagna asci­u­ga, qual­cosa si stac­ca dal­la parete e cade in stra­da. Una soluzione inter­me­dia, già prospet­ta­ta, potrebbe essere l’ap­pronta­men­to di una bar­ri­era provvi­so­ria tra il luo­go dove è già sta­to real­iz­za­to il pri­mo inter­ven­to (nel­la parte alta del­la mon­tagna) e la car­reg­gia­ta. Ad ogni modo, una deci­sione sul­l’aper­tu­ra (che evi­ti agli auto­mo­bilisti che van­no da Salò a Riva di salire a Tremo­sine per potere rag­giun­gere Limone) sarà pre­sa non pri­ma di ven­erdì prossi­mo, alla vig­ilia delle fes­tiv­ità natal­izie. Ed un’al­tra deci­sione dovrebbe invece essere pre­sa oggi o domani, in relazione alla sospen­sione dei lavori all’al­tez­za di For­bisi­cle (a sud del­la gal­le­ria di Cam­pi­one) dove il tran­si­to non è con­sen­ti­to tra le 8,30 e le 12,30 e dalle 13,30 alle 16,30 dei giorni feri­ali. Tra Anas e impre­sa si potrebbe giun­gere ad un accor­do che pro­roghi la data fis­sa­ta per la con­clu­sione dei lavori (pre­vista per l’11 gen­naio), in cam­bio del­l’aper­tu­ra del­la stra­da in occa­sione delle feste. Sul­l’ar­go­men­to «Garde­sana» reg­is­tri­amo il parere del sin­da­co di Limone, Bat­tista Mar­tinel­li. «È vero che in questo peri­o­do il traf­fi­co è ridot­to e, di con­seguen­za, i dis­a­gi sono più sop­porta­bili, ma per noi rimane la dif­fi­coltà di rag­giun­gere il capolu­o­go Bres­cia, se non allun­gan­do i tem­pi di oltre mez­z’o­ra. Noi spe­ri­amo nel­l’aper­tu­ra natal­izia, vis­to che vi sono alcu­ni alberghi che nel­l’oc­ca­sione lavor­eran­no per un paio di set­ti­mane. Inoltre, le fes­tiv­ità porter­an­no tur­isti ital­iani, prove­ni­en­ti da sud, con­trari­a­mente all’es­tate, quan­do l’af­fluen­za è soprat­tut­to d’oltralpe». Aggiunge Giuseppe Mongiel­lo, neo pres­i­dente del­la : «Ero al cor­rente che gli alber­ga­tori sper­a­vano nell’apertura del­la stra­da per le prossime fes­tiv­ità natal­izie; mi auguro che ciò sia pos­si­bile. In ogni caso come pres­i­dente del­la Comu­nità del Gar­da sto tele­fo­nan­do ai sin­daci del­la zona per conoscere le zone di crisi per poi sostenere le ragioni delle sin­gole ammin­is­trazioni. Il diret­ti­vo del­la Comuntià ver­rà inse­di­a­to il 21; in sede di asseg­nazione degli incar­ichi val­uter­mo anche il prob­le­ma del­la ».

Parole chiave: