Passo in avanti per l’iter della chiusura stagionale della Gardesana ai mezzi pesanti

Gardesana vietata ai mezzi pesanti da aprile a ottobre

Parole chiave:
Di Luca Delpozzo
Stefano Joppi

Pas­so in avan­ti per l’iter del­la chiusura sta­gionale del­la Garde­sana ai mezzi pesan­ti. La doman­da pre­sen­ta­ta del­la , con la richi­es­ta di divi­eto di tran­si­to ai «bison­ti» del­la stra­da dall’8 aprile al 31 otto­bre, è sta­ta accol­ta dal Com­mis­sari­a­to del Gov­er­no per la Provin­cia di Tren­to. Un accor­do rag­giun­to dalle par­ti per meglio rispon­dere all’esigenza di sicurez­za pub­bli­ca e assec­on­dare gli inter­es­si dell’economia tur­is­ti­ca a par­tire dal saba­to antecedente la Pasqua. Si trat­ta di un pri­mo pas­sag­gio per ottenere, in atte­sa dell’auspicato parere favorev­ole del prefet­to di Verona Italia For­tu­nati e del min­is­tero dei lavori, la chiusura ai tir del­la litoranea che taglia in due più di un paese del­la spon­da garde­sana. Nell’incontro svolto a Tren­to era­no pre­sen­ti, al tavo­lo dei lavori, i prin­ci­pali enti dell’area trenti­na inter­es­sa­ta al divi­eto men­tre a rap­p­re­sentare l’intera Comu­nità del Gar­da c’era il seg­re­tario gen­erale Pier . «È sta­ta l’occasione per sen­tire anche dal­la voce del ref­er­ente del­la com­pag­nia di trasporti Arcese spa come l’azienda trenti­na abbia provve­du­to, nel cor­so dell’anno, a trasferire su rota­ia 2000 ton­nel­late di car­bon­a­to di cal­cio, in prat­i­ca cir­ca 90 autotreni in meno alla set­ti­mana», rac­con­ta Cere­sa. «Un buon pas­so in avan­ti», con­tin­ua, e ricor­da come «un altro tas­sel­lo ver­so lo snel­li­men­to totale del traf­fi­co è sta­to rag­giun­to nell’agosto scor­so quan­do è sta­ta aper­ta la bretel­la di attra­ver­sa­men­to del Comune di Mori. Una soluzione che ha avu­to subito i suoi effet­ti». La con­fer­ma arri­va subito dai numeri: «È sta­ta un’operazione, quest’ultima, che ha ridot­to del 60 per cen­to il traf­fi­co totale nel­la zona», ha dichiara­to in sede d’incontro il coman­dante del­la polizia stradale di Tren­to. L’auspicio futuro è che il com­ple­ta­men­to di tale bretel­la, con il rac­cor­do Auto­bren­nero — , per­me­t­ta di risol­vere defin­i­ti­va­mente il prob­le­ma dell’area con­sen­ten­do la chiusura defin­i­ti­va del­la Garde­sana al pas­sag­gio del traf­fi­co pesante.

Parole chiave: