Annunciato il calendario delle manifestazioni: si comincia in primavera con il premio giornalistico. In settembre tornerà la «Settimana dannunziana»

Gardone vuol dire cultura

Di Luca Delpozzo
Sergio Zanca

Nel­l’ul­ti­ma riu­nione del Con­siglio comu­nale, il sin­da­co di Gar­done Riv­iera, Alessan­dro Baz­zani, ha infor­ma­to sul cal­en­dario delle man­i­fes­tazioni 2003. La pri­mav­era inizierà col pre­mio gior­nal­is­ti­co. I lavori dovran­no essere con­seg­nati (in munici­pio) entro la metà di aprile. Sarà pos­si­bile pre­sentare arti­coli pub­bli­cati nel peri­o­do com­pre­so tra il 10 aprile 2001 e il 10 aprile 2003, su quo­tid­i­ani o peri­od­i­ci dei pae­si mem­bri del­l’U­nione euro­pea; e video­cas­sette di trasmis­sioni tele­vi­sive o radio­foniche, andate in onda nel­lo stes­so arco di tem­po. Gli argo­men­ti dovran­no ovvi­a­mente riguardare la local­ità riv­ieras­ca. Cinque i set­tori: il pre­mio «Gar­done Riv­iera», con la dotazione mag­giore (al vinci­tore asso­lu­to andran­no 5 mila euro), il «Molteni» (la sig­no­ra Amalia Molteni, vis­su­ta a lun­go sul lago, nel­l’an­darsene per sem­pre, ha las­ci­a­to i suoi rispar­mi, des­ti­nan­doli a un fine cul­tur­ale), il «D’An­nun­zio», la sezione tur­is­ti­ca, tut­ti con 2 mila euro in palio, e, da ulti­mo, una medaglia d’oro. Dopo la con­seg­na degli arti­coli e delle video­cas­sette, la giuria — com­pos­ta da sette per­sone — si riu­nirà entro il 30 aprile, per scegliere la rosa dei cinque final­isti. Gli autori ricev­er­an­no l’in­vi­to a parte­ci­pare alla pre­mi­azione, che si ter­rà in giug­no. La pri­ma edi­zione, nel 2001, sus­citò l’in­ter­esse dei mass media stranieri. Vin­sero Pao­la Sorge (con un arti­co­lo sul­l’in­ser­to viag­gi di Repub­bli­ca), Antonel­la Amen­dola (con un’in­ter­vista a Vit­to­rio Sgar­bi all’in­ter­no del Vit­to­ri­ale) e due tedeschi. «Dal 23 mag­gio al 6 giug­no — ha pros­e­gui­to il sin­da­co — ter­re­mo quat­tro con­feren­ze al Savoy. Non più su temi di sto­ria locale, ma su argo­men­ti di ampio respiro. A tale propos­i­to sti­amo inter­pel­lan­do gior­nal­isti e scrit­tori (Michele Mirabel­la, Mario Rigo­ni Stern, Mas­si­mo Fini, Mar­cel­lo Veneziani), per ver­i­fi­care la disponi­bil­ità». Non mancherà il con­sue­to «Pro­fu­mo dei chiaret­ti», in abbina­men­to col Con­sorzio Gar­da clas­si­co. Dopo i con­cer­ti di giug­no nelle chiese o nelle piazzette, se ne ter­ran­no una quar­an­ti­na sul lun­go­la­go, tre alla set­ti­mana, fino a metà set­tem­bre. Altre ser­ate estive saran­no riem­pite dal­la pro­gram­mazione del Vit­to­ri­ale, che però non ha anco­ra nom­i­na­to il nuo­vo diret­tore artis­ti­co (Rena­to Bor­soni con­tin­ua a rimanere in pole posi­tion). «Dal 13 al 20 set­tem­bre — con­tin­ua Baz­zani, che ha sos­ti­tu­ito Gio­van­na Cic­carel­li nel ruo­lo di respon­s­abile alla cul­tura — orga­nizzer­e­mo la Set­ti­mana dan­nun­ziana, giun­ta alla quar­ta edi­zione, con alles­ti­men­ti flo­re­ali, un menu servi­to nei gaze­bo dagli stu­den­ti del­l’Is­ti­tu­to pro­fes­sion­ale alberghiero e due recital di Pamela Vil­lore­si. L’at­trice reciterà brani, accom­pa­g­na­ta da alcu­ni musi­can­ti. Dopo avere rag­giun­to Vien­na (nel 2000), Fiume (2001) e Pescara (2002), sta­vol­ta il raid del­l’Au­to­mo­bil club bres­ciano pun­terà su Firen­ze e la Ver­sil­ia». Da ulti­mo gli appun­ta­men­ti nel peri­o­do natal­izio. Il sin­da­co ha det­to di avere inser­i­to in bilan­cio 125 mila euro di spese, di cui 20 mila «pro­mozion­ali e pub­blic­i­tarie». Davide Calder­an, del­la mino­ran­za, si è lamen­ta­to delle sovrap­po­sizioni tra vari organ­is­mi: sarebbe aus­pi­ca­bile trovare una soluzione uni­taria nel­la stesura del cal­en­dario e nel­la rac­col­ta delle spon­soriz­zazioni. Ver­rà infine ristam­pa­to l’el­e­gante depli­ant sui per­cor­si e i sen­tieri di Gar­done Riv­iera. Pub­bli­ca­to la scor­sa estate, è anda­to a ruba.