Al parco giochi di Gaino l’Associazione genitori ha realizzato un originale allestimento sacro. Palazzo Benamati ospita domani la premiazione del concorso Insieme per Natale

Gesù bambino è nato fra i Trulli pugliesi

05/01/2005 in Attualità
Parole chiave: -
Di Luca Delpozzo
se.za.

Nel par­co giochi di Gaino, frazione di Toscolano, l’As­so­ci­azione dei gen­i­tori ha allesti­to un orig­i­nale. È ispi­ra­to ai trul­li di Alber­o­bel­lo. Si trat­ta di un lavoro paziente e meti­coloso, tut­to mec­ca­n­iz­za­to. È l’ot­ta­vo anno che i gen­i­tori pre­dispon­gono l’allestimento sacro. E, ogni vol­ta, cam­biano sogget­to. Una vol­ta le fave­las brasil­iane, con le case di fan­go e i bam­bi­ni di stra­da, poi la e, nel 2004, la piaz­za S.Marco di Mader­no, con la chiesa di San­t’An­drea. Adesso è la vol­ta dei trul­li, le tradizion­ali abitazioni dei con­ta­di­ni pugliesi, a base cir­co­lare, cop­erte da una pseu­do cop­u­la a ogi­va, che assume all’ester­no una carat­ter­is­ti­ca for­ma con­i­ca. Orario di aper­tu­ra: dalle 9.30 alle 20. Chiusura defin­i­ti­va: domeni­ca 16 gen­naio. Gaino è sit­u­a­to in splen­di­da posizione panoram­i­ca, a 300 metri di altez­za. Ulti­ma­mente ha vis­to aumentare il numero degli abi­tan­ti estivi, in segui­to alla costruzione di numerosi vil­lag­gi tur­is­ti­ci. Le Selve, dietro l’asi­lo costru­ito nel 1903 dal­la famiglia Maf­fiz­zoli, è la local­ità che ricor­da la pre­sen­za di una fol­ta fores­ta. Il pro­pri­etario, Pietro Griset­ti, nato nel 1779, è il per­son­ag­gio più famoso del luo­go: parte­cipò alla cam­pagne napoleoniche, fu mae­stro di scher­ma dei figli di Gioacchi­no Murat, cus­tode delle coste di Dal­mazia e diret­tore delle fonderie di Pavia. I vis­i­ta­tori che volessero effet­tuare un’es­cur­sione in col­li­na han­no la pos­si­bil­ità di ammi­rare un altro pre­sepe. E’ sta­to allesti­to nel­la vec­chia chiesa di Gaino dai gio­vani del paese, che han­no pun­ta­to su una for­ma più tradizionale. Le dimen­sioni sono ampie: cir­ca 70 metri qua­drati. La chiesa, trasfor­ma­ta in sala riu­nioni e uffi­ci, risale al ‘400, col cam­panile che ha l’aspet­to di una torre di dife­sa, e un por­ti­co del ‘500. Alla base, un fram­men­to di lapi­de romana che ricor­da gli imper­a­tori Antoni­no Pio e Adri­ano (anni 117 e 160). Ricor­diamo infine che il giorno del­la Befana, alle ore 17, nel­la sala con­sil­iare di Palaz­zo Bena­mati a Toscolano Mader­no, si svol­ger­an­no le pre­mi­azioni del con­cor­so «Insieme per Natale». Una giuria asseg­n­erà i riconosci­men­ti a pri­vati, grup­pi, scuole, asso­ci­azioni, ora­tori che han­no real­iz­za­to pre­sepi, dec­o­ra­to alberi, angoli, piazze, aiuole. In tut­to saran­no dis­tribuiti pre­mi per 4.500 euro.

Parole chiave: -