I piccioni non hanno fama di essere animali particolarmente intelligenti, anche se la bravura con la quale riescono a piombare nei paraggi dei turisti che mettono mano al sacchetto del becchime

Giardino pensile per piccioni à la page

19/07/2000 in Curiosità
Di Luca Delpozzo

I pic­cioni non han­no fama di essere ani­mali par­ti­co­lar­mente intel­li­gen­ti, anche se la bravu­ra con la quale riescono a piom­bare nei parag­gi dei tur­isti che met­tono mano al sac­chet­to del bec­chime (oper­azione che a Riva, per­al­tro, è vieta­ta da una speci­fi­ca ordi­nan­za) las­cia sup­porre che, almeno per quan­to riguar­da l’in­tu­ito di un «pas­to garan­ti­to», non siano sec­on­di a nes­suno. Che siano bravi a procu­rar­si il cibo, quin­di, è assoda­to. Quel­lo che invece non si sape­va è che fos­sero così aman­ti di certe comod­ità domes­tiche e quin­di che andassero in cer­ca di «soluzioni abi­ta­tive» insospet­ta­bili, addirit­tura dotate di «gia­rdi­no pen­sile». Lo ha scop­er­to il pro­fes­sor Gior­gio Chi­et­ti­ni, che in quan­to pres­i­dente del­l’asi­lo di viale Roma, ave­va fat­to met­tere nelle fes­sure del sot­totet­to, alcu­ni anni or sono, i clas­si­ci spilloni anti-pic­cione, per impedire ai volatili di propa­gar­si nel­la sof­fit­ta del­lo stori­co edi­fi­cio prog­et­ta­to da Maroni e di rov­inarne l’as­si­to con il guano. Giorni addi­etro, giun­to il momen­to di restau­rare alcune par­ti del tet­to, Chi­et­ti­ni ha con­stata­to che non soltan­to i colom­bi, in questi anni, si sono bel­la­mente aper­ti un per­tu­gio tra gli spilloni acumi­nati, ma han­no addirit­tura trasporta­to dei semi in sof­fit­ta, fino a far­ci crescere alcune belle piantine, rad­i­cate nel­la mal­ta paglia. Il risul­ta­to? Un’ampia cam­era con vista panoram­i­ca e zona verde, per l’om­bra nelle ore più asso­late. Non c’è che dire: all’asi­lo, stan­no come papi anche i pic­coli dei pic­cioni!

Commenti

commenti