Gienne Agosto 2020

In vacanza con Dante!

Nel mez­zo del cam­min di nos­tra vita” scrive­va Dante all’inizio del­la sua “Div­ina Com­me­dia” antic­i­pan­do i tem­pi che ci vedono pro­tag­o­nisti, con­tro ogni nos­tra volon­tà, pro­prio “in mez­zo” a ques­ta pan­demia che ci sta vera­mente met­ten­do in croce oltre che a dover pian­gere i nos­tri cari. Una situ­azione che rende ques­ta sta­gione tur­is­ti­ca fra le più nere del con aziende e strut­ture ricettive, di qual­si­asi entità messe alle corde. Numerose le attiv­ità, alberghi, res­i­dence negozi e quant’altro che sono rimasti chiusi forse per riaprire, se rius­ci­ran­no soprav­vi­vere, nel cor­so del prossi­mo peri­o­do inver­nale. Molte famiglie diret­ta­mente o indi­ret­ta­mente legate, per la pro­pria econo­mia, all’andamento tur­is­ti­co che stan­no alla fines­tra a guardare se vi siano dei seg­nali benauguranti.

In mez­zo a tut­ta ques­ta pan­demia garde­sana però dob­bi­amo anche ril­e­vare dei pic­coli seg­nali che sono rius­ci­ti a ten­er viva gran parte di quel­la rete ricetti­va di cui il lago di Gar­da è geloso custode.

E quin­di per­cor­ren­do garde­sane e strade lim­itrofe un cer­to vig­ore lo si nota, auto con tar­ga straniera cir­colano, nei mer­cati set­ti­manali si sentono voci plurilingue che ci fan­no ben sper­are che il tur­ista, in fin dei con­ti, non ci abbia abban­do­na­to, ha solo cer­ca­to di tute­lare la pro­pria inco­lu­mità sen­za però rin­un­cia­re a quel “par­adiso ter­restre” che il buon Dio ci ha regala­to e noi  met­ti­amo a dis­po­sizione del turista.

Le somme poi le si dovran­no tirare, come ogni anno, a sta­gione con­clusa e sicu­ra­mente non saran­no entu­si­as­man­ti come gli scor­si anni ma forse nem­meno così poi tan­to nere come si teme­va in pri­mav­era: i col­ori del­la nos­tra natu­ra pre­var­ran­no, sem­pre!!!

Buon Fer­ragos­to!!!

Scar­i­ca il PDF

140° Gien­ne — Agos­to 2020


Tutti i PDF di Gienne - Anche sul Canale Telegram