Gienne Gienne Aprile 2017

Non è un tra­guar­do, ma sicu­ra­mente un nuo­vo pun­to di parten­za, il cen­tes­i­mo numero del nos­tro GN. Un numero che cade, casual­mente, con le fes­tiv­ità pasquali per le quali vi rin­novi­amo i più calorosi e sin­ceri auguri.
Cen­to numeri, più di otto anni con Voi! Sicu­ra­mente agli inizi non sape­va­mo se ce l’avremmo fat­ta a portare avan­ti ques­ta nos­tra inizia­ti­va edi­to­ri­ale. Cer­to, è sta­ta dura e lo è tut­to­ra, ma i numerosi e con­tinui seg­nali di gradi­men­to che ci giun­gono tut­ti i giorni in redazione e, soprat­tut­to nelle varie occa­sioni in cui siamo fisi­ca­mente pre­sen­ti, ci fan­no pros­eguire nell’impegno di stare, ogni mese, con voi.
La nos­tra è una pic­co­la realtà edi­to­ri­ale, lega­ta alla “Regione del Gar­da”, che si è sapu­ta inserire gra­zie soprat­tut­to agli appor­ti cul­tur­ali e gior­nal­isti dei nos­tri col­lab­o­ra­tori, a cui va tut­to il nos­tro ringrazi­a­men­to per la loro “volon­taria” dedi­zione e col­lab­o­razione, per­ché ogni mese riescono, spes­so in maniera esclu­sivista, a fornir­ci mate­ri­ale vera­mente inter­es­sante.
Già dall’inizio abbi­amo volu­to real­iz­zare un infor­ma­tore car­taceo che fos­se indipen­dente dal­la polit­i­ca e dal­la cronaca, pen­sam­mo allo­ra, e lo pen­si­amo tut­to­ra, che di questi argo­men­ti vi fos­sero già suf­fi­ci­en­ti tes­tate gior­nal­is­tiche pre­sen­ti nel ter­ri­to­rio garde­sano: a noi inter­es­sa­va soprat­tut­to portare una sor­ta di cul­tura diver­sa, una “cul­tura del ter­ri­to­rio”.
Il lago di Gar­da con le sue sponde, le sue rive, le sue realtà e la sua geografia è ric­co di sto­ria, spes­so anche poco conosci­u­ta, ed è ric­co anche di realtà legate al volon­tari­a­to e all’associazionismo, di cui noi tut­ti pos­si­amo andare fieri.
Cen­to numeri e dal mese prossi­mo si riparte da un ipoteti­co “numero 1” che con lo stes­so entu­si­as­mo e la stes­sa con­vinzione che ci sente legati a voi, al nos­tro ter­ri­to­rio e alla nos­tra sto­ria.
Buona Pasqua 2017 a tut­ti voi! Ad Majo­ra!

Down­load (PDF, 11.29MB)