Gienne Dicembre 2018

Ecco­ci nuo­va­mente, come ogni fine d’anno, a scam­biar­ci auguri e abbrac­ci: buon , buon anno, auguri, auguri, auguri!
Ma in ques­ta pun­ta­ta tut­ta augu­rar­le per­me­t­tete­mi di inserire anche gli auguri al nos­tro men­sile che con questo numero, dicem­bre 2018, com­pie 10 anni: 120 numeri.
Numeri che con­tengono grande sod­dis­fazione, da parte mia e del mio edi­tore Luca, e che rap­p­re­sen­tano non un pun­to di arri­vo ma di parten­za ver­so altri tra­guar­di, altri appun­ta­men­ti, altre soddisfazioni.
Ebbene, 120 numeri vogliono dire 43.800 giorni con voi: oltre un mil­ione 400mila pagine dense di cul­tura del ter­ri­to­rio garde­sano, fat­to di 7 mil­ioni 200mila lettori.
Dati che forse per uno come me dan­no un po’ alla tes­ta per­ché sca­tu­ri­ti da una iniziale scommes­sa che, forse nem­meno io, tan­tomeno il mio edi­tore, avrem­mo mai cre­du­to pos­si­bili. Quan­do accen­nai alla volon­tà di aprire un nuo­vo men­sile garde­sane Luca mi disse “Non sai a che gat­ta via incon­tro!”: decisa­mente ottimista!
La pri­ma “gat­ta”, ovvero il pri­mo numero, lo real­iz­za­m­mo in una quindic­i­na di giorni rac­coglien­do ami­ci sosten­i­tori che han­no cre­du­to e accetta­to una scommes­sa sull’allora nul­la. Ami­ci sosten­i­tori che qui ringrazio pub­bli­ca­mente, sen­za i quali questi 120 numeri e quel­li che ver­ran­no, non avreb­bero potu­to essere una realtà. Alcu­ni sono anco­ra tra i nos­tri col­lab­o­ra­tori, altri si sono avvi­cen­dati nel tempo.
Ricor­do qui i “miei” ami­ci col­lab­o­ra­tori che ogni mese man­dano gra­tuita­mente i loro arti­coli, vera sto­ria del Gar­da, e che rap­p­re­sen­tano GN. Sen­za di loro non ci sarebbe il men­sile. Un salu­to anche ai gior­nalai di tut­to il Gar­da e local­ità lim­itrofe che ogni mese ris­er­vano un pic­co­lo spazio, nelle loro sovraf­fol­late edi­cole. E nat­u­ral­mente un gra­zie a voi, “ami­ci let­tori”, che ogni mese fat­te “sparire” dai pun­ti di dis­tribuzione il nos­tro GN e, sem­pre atten­ti, ogni tan­to ci seg­nalate anche errori o man­canze, imman­ca­bili in ogni tes­ta­ta gior­nal­is­ti­ca fat­ta di uomini.
Gra­zie di cuore, e che il Buon Dio ci accom­pa­g­ni nel nos­tro e vostro futuro.
Buon Natale e felice anno nuo­vo a tut­ti voi e alle vostre famiglie: che sia un Natale ric­co di spir­i­tu­al­ità inte­ri­ore e un anno capace di offrire un po’ più di tran­quil­lità e seren­ità. Ad majo­ra, sempre!

120°-Gienne-Dicembre-2018


Tutti i PDF di Gienne - Anche sul Canale Telegram