L'elenco di tutti i premiati

Giornata clou per la 52a Fiera del Vino di Polpenazze

Parole chiave: - - -
Di Luca Delpozzo

Comunque vada sarà un suc­ces­so” si suole affer­mare in vista di qual­si­asi man­i­fes­tazione e a Polpe­nazze ques­ta frase la si ripete ora­mai da diver­si anni anche per­ché, e soprat­tut­to nel cor­so dell’ultimo decen­nio, la Fiera del vini ha con­tin­u­a­to in modo ascen­sion­ale a con­fer­mare la valid­ità del­la nuo­va for­mu­la che ne limi­ta il con­sumo smisura­to del . E cosi da fa fes­ta del bere a dis­misura ques­ta Fiera si è trasfor­ma­ta in una vera e pro­pria espo­sizione di del­la zona favoren­do ed invoglian­do l’afflusso anche di quelle per­sone che pur aman­do un buon bic­chiere di vino preferiscono degus­tar­lo in maniera assai con­tenu­ta e sen­za ecces­si, gra­zie anche alla novità dei bic­chieroni in plas­ti­ca. Nelle due ser­ate in cui gli stands enogas­tro­nomi­ci, principe asso­lu­to lo spiedo con polen­ta, sono sta­ti aper­ti al pub­bli­co l’affluenza ha già dimostra­to, e con­fer­ma­to, la pos­i­ti­va accoglien­za del pub­bli­co. Nat­u­ral­mente la gior­na­ta clou sarà quel­la odier­na ric­ca di appun­ta­men­ti e soprat­tut­to di cer­i­monie uffi­ciali com­pre­sa la con­seg­na, dopo i tradizion­ali dis­cor­si di rito, dei diplo­mi a quelle aziende a cui le com­mis­sioni han­no con­ces­so il tito­lo di “Otti­mo” ai loro, vini ed oli extravergine di oli­va. Di par­ti­co­lare inter­esse per i buongus­tai, e per col­oro che amano la riscop­er­ta delle vec­chie ricette del­la cuci­na tipi­ca con­tad­i­na dei pri­mi del ‘900 del­la Valte­n­e­si, sarà quell’aperitivo offer­to, “fino ad esauri­men­to scorte” dal locale Grup­po fol­cloris­ti­co “La Cara­ta” in col­lab­o­razione con l’Unione Sporti­va Polpe­nazze, che pro­pone piat­ti vera­mente uni­ci ed introv­abili se non nelle cascine rurali dove il tem­po sem­bra si sia fer­ma­to. E quin­di piat­ti cosid­det­ti “poveri” diven­tano piat­ti “ric­chi” di tradizioni e cul­tura, fagi­oli con le cotiche, frit­tate dai diver­si gusti ed ingre­di­en­ti, uova, salame pancetta, lugani­ga, lar­do, salamine e salamelle, sop­pres­sa con polen­ta, aole salate con polen­ta, bac­calà con polen­ta, polen­ta e pane con le gre­pole (cic­ci­oli), san­guinac­cio e torte varie com­pre­so il tipi­co chisöl, ver­dure di sta­gione il tut­to con­di­to con l’olio del­la Valte­n­e­si ed accom­pa­g­na­to dai vini del­la tradizione del ter­ri­to­rio. Insom­ma una var­ie­ga­ta fan­ta­sia di pro­poste che forse sarebbe anche bene, ed ora, che qualche ris­tor­nate del­la zona iniziasse a pro­por­le nel pro­prio menu. Sarebbe sicu­ra­mente un suc­ces­so. Non essendo mate­rial­mente pos­si­bile, per l’elevato numero, elen­care tutte quelle aziende vini­cole che han­no ottenu­to la qual­i­fi­ca di ”Otti­mo” per tre anni, oltre ai pro­dut­tori di olio d’oliva extravergine del­la Valte­n­e­si. Queste le aziende pre­mi­ate. 44° Palio Rosso DOC 2000: Le Quadrelle di Cal­vagese; La Torre di Mocasi­na; Mon­tea­cu­to, Masseri­no, Marsadri, Cà Gran­da, Fran­zosi Bruno di Pueg­na­go; Taver, Avanzi di Maner­ba; Due Pini, Cap­puc­ci­ni Pietro di Polpe­nazze; Proven­za di Desen­zano. 26° Gran Pre­mio Marescalchi – Rosso Supe­ri­ore: Avanzi di Maner­ba; Due Pini, Cap­puc­ci­ni Pietro di Polpe­nazze; Sco­lari F.lli, Fran­zosi Bruno, di Pueg­na­go; Mon­mte Cicogna di Moni­ga, Marang­o­na di Poz­zolen­go, Zuliani Emilio di Padenghe; La Torre di Mocasi­na. IX Palio del Gar­da Clas­si­co Bian­co DOC: L’Ulif, Due Pini di Polpe­nazze; Averol­di Francesco di Bedi­z­zole; Pasi­ni Pro­dut­tori di Pueg­na­go. VII° edi­zione : Le Quadrelle di Cal­vagese del­la Riv­iera; Taver, Avanzi di Maner­ba; Il Roc­co­lo, Due Pini, Cap­puc­ci­ni Pietro, Bergogni­ni A. e G. di Polpe­nazze; La Can­ti­na di Colo­sio, La Basia, La Merid­i­ana, Sco­lari F.lli, Fran­zosi Bruno, Pasi­ni Pro­dut­tori, Ridon Pietro, Mon­tea­cu­to di Pueg­na­go; Le Gaine di Bedi­z­zole; La Guar­da di Cas­trez­zone di Mus­co­l­ine; Can­tine Berar­di di Molinet­to. VIII° edi­zione : Le Quadrelle di Cal­vagese del­la Riv­iera; Avanzi, di Maner­ba; Bottarel­li F. e V., Cap­puc­ci­ni Pietro Il Roc­co­lo di Polpe­nazze; Car­lo Nov­el­li, Cà Gran­da, Fran­zosi Bruno, Ridon Pietro, Delai di Pueg­na­go; La Torre di Mocasi­na. Queste le Aziende che han­no rice­vu­to per tre anni la qual­i­fi­ca di ”Otti­mo”. IX Palio Bian­co DOC Gar­da Clas­si­co (Tar­ga): Due Pini di Pice­do di Polpe­nazze; Pasi­ni Pro­dut­tori Raf­fa di Pueg­na­go. 26° Gran Pre­mio Marescalchi Rosso Supe­ri­ore (Medaglia d’oro): La Torre di Mocasi­na di Cal­vagese; Zuliani Emilio di Padenghe; Marang­o­na di Poz­zolen­go; Sco­lari F.lli di Raf­fa di Pueg­na­go. 44° Palio del Gar­da Clas­si­co Rosso DOC 2000 (Labaro): di Maner­ba. Infine i selezionati per la IV Selezione dell’Olio Extravergine di Oli­va del­la Valte­n­e­si: Coop­er­a­ti­va “La Ver­ità” di San Felice; Can­tine Avanzi, Cavaz­za , Taver di Maner­ba del Gar­da; Mon­te­ci­cogna di Moni­ga del Gar­da; Canestri­ni Egidio di Soiano del Lago; Stu­dion­atu­ra, Il Bro­lo, Il Roc­co­lo di Polpenazze.

Parole chiave: - - -