Giorno della Memoria con il “Cantico dei Cantici”:

Di Redazione

Parole e musi­ca a due voci, di e con Lau­ra Gam­barin e Gian­lui­gi La Torre Per com­mem­o­rare questo impor­tante giorno, l’Amministrazione comu­nale quest’anno ha scel­to di portare in sce­na l’amore attra­ver­so un testo, il Can­ti­co dei Can­ti­ci, che ne cel­e­bra ogni sfac­cettatu­ra, rap­p­re­sen­tan­do un ele­men­to fon­da­men­tale sia per la tradizione cris­tiana che per quel­la ebraica.

L’amore come ele­men­to che unisce, che per­me­tte di andare oltre ricor­dan­do quel­lo che è sta­to, impara­n­do da esso ed affrontan­do il futuro con una nuo­va con­sapev­olez­za. “Nel­la gior­na­ta ded­i­ca­ta alla rif­les­sione su uno degli atti più atro­ci com­piu­ti dal genere umano, — com­men­ta l’Assessore Ceri­ni — abbi­amo volu­to dare un mes­sag­gio di sper­an­za, trovan­do gra­zie all’Amore un pun­to di unione e di forza con un popo­lo mar­to­ri­a­to, capace però di super­are qual­si­asi dif­fi­coltà trovan­do la sper­an­za nell’Unione”.

Lo spet­ta­co­lo “Il Can­ti­co dei Can­ti­ci” dell’associazione cul­tur­ale Gar­dArt andrà in sce­na il 28 gen­naio, alle ore 16.00, pres­so l’auditorium Andrea Celesti, l’ingresso è gra­tu­ito.