Giro di vite, a Desenzano del Garda, per l’abbandono irregolare di rifiuti

Di Luigi Del Pozzo

Il triste esi­to dell’ultima cam­pagna di pulizia ambi­en­tale (Let’s Clean Up Europe! di saba­to 9 mag­gio 2015) e il ripeter­si di con­tinui casi di abban­dono irre­go­lare di rifiu­ti sul ter­ri­to­rio desen­zanese costringono l’amministrazione comu­nale a inten­si­fi­care i con­trol­li ver­so quei pochi, ma pre­oc­cu­pan­ti esem­pi di inciviltà, “gra­zie” ai quali si rischi­ano di van­i­fi­care l’impegno costante di molti cit­ta­di­ni e gli inves­ti­men­ti del Comune per miglio­rare la cit­tà di Desen­zano e la sua immag­ine tur­is­ti­ca.

Dal­la prossi­ma set­ti­mana, con la col­lab­o­razione del­la e di varie forze, scat­ta il pat­tuglia­men­to “in borgh­ese” del ter­ri­to­rio comu­nale, in aggiun­ta alla rego­lare videosorveg­lian­za, per inter­cettare quelle per­sone male­d­u­cate che, anco­ra oggi, non accettano né attuano cor­ret­ta­mente la , dan­neg­gian­do l’intero comune e la sua popo­lazione.

«Ci spi­ace con­statare – affer­ma il sin­da­co – l’atteggiamento anco­ra trop­po neg­a­ti­vo di pochi cit­ta­di­ni che, abban­do­nan­do sul ter­ri­to­rio i pro­pri rifiu­ti, mostra­no totale dis­in­ter­esse nei con­fron­ti degli altri, delle regole e del­la nos­tra cit­tà. Il sis­tema di rac­col­ta “por­ta a por­ta” fun­ziona ed è sta­to introdot­to non solo dal­la nos­tra ammin­is­trazione, ma da tem­po anche in altre cit­tà e nei comu­ni lim­itrofi del Bas­so Gar­da ed entroter­ra. Non accettare questo sis­tema sig­nifi­ca negare che la cit­tà abbia un futuro sosteni­bile, non pre­oc­cu­par­si dell’ambiente e del prossi­mo. Per questo la nos­tra ammin­is­trazione ha deciso di inten­si­fi­care i con­trol­li e inasprire le sanzioni. Purtrop­po, un giro di vite nec­es­sario, se pen­si­amo al domani di Desen­zano: la cit­tà che vogliamo las­cia­re ai nos­tri figli e nipoti è quel­la sporca e dei rifiu­ti abban­do­nati in ogni ango­lo o è una cit­tà tur­is­ti­ca e accogliente?».

I dati con­fer­mano la neces­sità di inter­venire: nel cor­so del 2014, a Desen­zano, sono sta­ti emes­si oltre 250 ver­bali rel­a­tivi ai rifiu­ti (per man­ca­ta rac­col­ta dif­feren­zi­a­ta, abban­dono fuori orario…) da parte di Polizia Locale, guardie eco­zoofile dell’Anpana e ispet­tori ambi­en­tali di Gar­da Uno (soci­età che gestisce il sis­tema di rac­col­ta rifiu­ti). Solo da gen­naio 2015 a oggi, sono già oltre 160 i ver­bali emes­si. «Il dato 2015 – com­men­ta il coman­dante del­la Polizia Locale Car­lal­ber­to Pres­ic­ci – con­fer­ma, da un lato, l’impegno nel perseguire chi non vuole adeguar­si al rispet­to delle regole sul pun­to, dall’altro, purtrop­po, una anco­ra scarsa sen­si­bil­ità da parte di alcu­ni cit­ta­di­ni. Nei prossi­mi giorni pro­ced­er­e­mo, come Polizia Locale, a una ulte­ri­ore inten­si­fi­cazione dei con­trol­li con servizi anche in abiti civili per cogliere sul fat­to e sanzionare chi com­pie questi atti di inciviltà».