Lo spazio liberato accanto all’ex prigione verrà utilizzato, ma solo dopo avere consultato la parrocchia e i commercianti del centro storico.
Il sindaco: «Collaborazione col Demanio, altre in vista» In via XXX Maggio anche il marciapiedi è più largo

Giù il muro del carcere e il centro cambierà volto

Parole chiave:
Di Luca Delpozzo
Giuditta Bolognesi

La demolizione del muret­to di recinzione anti­s­tante la Caser­ma XXX Mag­gio, l’ex carcere mil­itare, resti­tu­isce a Peschiera, dopo molti decen­ni, un’im­mag­ine diret­ta del grande edi­fi­cio aus­tri­a­co e del suo legame architet­ton­i­co con la chiesa di San Mar­ti­no che gli sta di fronte e la piaz­za Fer­di­nan­do di Savoia (per tut­ti piaz­za d’Ar­mi) su cui si affaccia.«Abbiamo rice­vu­to dal Demanio le autor­iz­zazioni», spie­ga il sin­da­co Umber­to Chin­car­i­ni. «Devo dire che mi ha sor­pre­so pos­i­ti­va­mente la disponi­bil­ità del­l’ente e cre­do seguiran­no altri e impor­tan­ti pas­si in fat­to di col­lab­o­razione con il nos­tro Comune. Ma se ne par­lerà a cose definite».Da tem­po l’am­min­is­trazione comu­nale ave­va espres­so la volon­tà di pro­cedere alla rimozione del muret­to davan­ti all’ex carcere mil­itare. Lo scor­so anno era arriva­ta l’au­tor­iz­zazione del­la Soprint­en­den­za. Dopo aver incas­sato questo pri­mo parere favorev­ole, l’amministrazione ave­va provve­du­to ad accan­tonare la som­ma di 24 mila euro in pre­vi­sione del cos­to dell’opera.Per altro l’intervento alla recinzione del­la caser­ma XXX Mag­gio non è il solo attua­to nelle scorse set­ti­mane lun­go l’omonima via: è sta­to, infat­ti, allarga­to il mar­ci­apiede, e il novo per­cor­so pedonale è sta­to real­iz­zan­do tut­to in por­fi­do. Un prog­et­to costa­to 68 mila 800 euro, di cui 34 mila arrivati da un con­trib­u­to regionale.«Sono due opere», riprende il sin­da­co di Peschiera, «che non solo han­no cam­bi­a­to il volto di ques­ta stra­da in cen­tro stori­co, ma anche resti­tu­ito al paese uno sce­nario unico».In atte­sa di even­tu­ali e ulte­ri­ori svilup­pi con il Demanio, il sin­da­co di Peschiera tiene a sot­to­lin­eare che «per quan­to riguar­da l’utilizzo del­lo spazio lib­er­a­to a fian­co del­l’ex carcere mil­itare non è sta­to anco­ra sta­bil­i­to nul­la. Ogni deci­sione ver­rà pre­sa dopo aver sen­ti­to la par­roc­chia e i com­mer­cianti del cen­tro». Diverse le ipote­si, «ma si vedrà. Mi auguro», con­clude Chin­car­i­ni, «che nes­suno si agi­ti per cose che devono anco­ra essere decise».

Parole chiave:

Commenti

commenti