Primo incontro con l’Ascom, l’Associazione commercianti sezione di Desenzano per l’assessore Emanuele Giustacchini, vice sindaco e responsabile appunto del Settore commercio.

Giunta e commercianti finalmente a braccetto

Di Luca Delpozzo

Pri­mo incon­tro con l’Ascom, l’Associazione com­mer­cianti sezione di Desen­zano per l’assessore Emanuele Gius­tac­chi­ni, vice sin­da­co e respon­s­abile appun­to del Set­tore com­mer­cio e pub­bli­ca istruzione. Inter­es­san­ti prospet­tive per una fat­ti­va col­lab­o­razione sono emerse da un lun­go incon­tro cui ha parte­ci­pa­to il Con­siglio diret­ti­vo dell’associazione, pre­siedu­ta da Raf­fael­la Vis­con­ti e for­ma­to da Giuseppe De Gasperi­ni, Grazia Biem­mi, Nico­la Franzi­ni e Rober­to Zam­boni. La dis­cus­sione ha toc­ca­to più argo­men­ti dal­la ges­tione ordi­nar­ia alle attiv­ità com­mer­ciali in pre­vi­sione di un miglio­ra­men­to dei servizi di base per arrivare a una pro­gram­mazione delle man­i­fes­tazioni più pun­tuale che rilan­ci anche le per­iferie. Sin­to­nia com­ple­ta fra l’assessore Gius­tac­chi­ni ed il pres­i­dente dell’associazione Raf­fael­la Vis­con­ti nel­la volon­tà di con­trap­por­si alla creazione di mega-strut­ture com­mer­ciali nel­la zona che sof­fochereb­bero l’economia. Su questo argo­men­to sono già in pro­gram­ma incon­tri con le forze politiche e le Sezioni dell’associazione com­mer­cianti per real­iz­zare un’azione sin­er­gi­ca tesa a con­trastare queste ultime inizia­tive. «È mia inten­zione instau­rare un cli­ma di col­lab­o­razione con la cat­e­go­ria — affer­ma l’ass. Gius­tac­chi­ni -; il dial­o­go con i rap­p­re­sen­tan­ti dell’Ascom desen­zanese ha già aper­to le porte a nuove inizia­tive sia a liv­el­lo locale sia per quan­to riguar­da l’organizzazione di servizi che inter­ven­ti a liv­el­lo provin­ciale. Quan­to alle mega-strut­ture — con­tin­ua il vice sin­da­co — ci siamo già atti­vati, d’accordo con le Ammin­is­trazioni dei comu­ni con­fi­nan­ti per svol­gere assieme un’azione vol­ta alla sal­va­guardia ed al rispet­to delle pic­cole attività».