L’amministrazione guidata da Dalla Pellegrina attende le indicazioni della Lega. Nominati solo tre assessori, Chincarini vicesindaco

Giunta nuova ma a metà

Di Luca Delpozzo
a.j.

Giun­ta nuo­va ma a metà. Il sin­da­co Bruno Dal­la Pel­le­g­ri­na nel pri­mo con­siglio comu­nale all’indomani delle elezioni ammin­is­tra­tive, tenu­tosi ven­erdì sera alla Palazz­i­na stor­i­ca, ha nom­i­na­to solo tre dei pos­si­bili sei asses­sori. Per com­pletare la squadra bisogn­erà atten­dere che la Lega sug­gerisca il sec­on­do nom­i­na­ti­vo, dei due spet­tan­ti ad ogni forza polit­i­ca (Forza Italia, Allean­za Nazionale e Lega Nord-Liga Vene­ta) che com­pone la mag­gio­ran­za. Quin­di al momen­to i tre asses­sori des­ig­nati sono: , vicesin­da­co con del­e­ga ai , sport e rap­por­ti con le isti­tuzioni; Mau­ro Danzi, asses­sore alle attiv­ità pro­dut­tive e al com­mer­cio; Michele Per­belli­ni, asses­sore ester­no con del­e­ga alla , al ter­ri­to­rio, all’ ambi­ente e alle politiche comu­nali. Le nomine sono state antic­i­pate dal giu­ra­men­to del neosin­da­co, che al momen­to di indos­sare la fas­cia tri­col­ore e di pro­nun­cia­re la for­mu­la di fedeltà si è vis­to infi­lare nel taschi­no del­la giac­ca il faz­zo­let­to verde. In aper­tu­ra dei lavori Bruno Dal­la Pel­le­g­ri­na, nel ringraziare gli elet­tori del­la fidu­cia accor­da­ta, ha assi­cu­ra­to: «voglio rap­p­re­sentare nel mio manda­to tut­ta la gente di Lazise e oper­erò quin­di cer­can­do di inter­pretare nel migliore dei modi le esi­gen­ze dei cit­ta­di­ni, al fine di ottenere un aumen­to gen­erale del­la qual­ità del­la vita». La richi­es­ta avan­za­ta da Anto­nio Invidia, dopo avere a sua vol­ta ringrazi­a­to gli elet­tori per i con­sen­si dati alla lista civi­ca Aril­i­ca, è che il sin­da­co ammin­istri «nel­la più asso­lu­ta indipen­den­za» e garan­tis­ca quel­la democrazia «che non c’è sta­ta negli ulti­mi quat­tro anni». Sof­fer­man­dosi sul «cli­ma di sospet­to» emer­so nel cor­so del­la cam­pagna elet­torale, Giulio Bichel capogrup­po del­la civi­ca «Gente di Lago» si è det­to disponi­bile a fir­mare la let­tera di denun­cia pro­pos­ta dal­la mag­gio­ran­za. Per quan­to riguar­da gli ind­i­rizzi di gov­er­no il sin­da­co si è lim­i­ta­to, in atte­sa che la giun­ta stili una pro­pria agen­da di quan­to attuare nei prossi­mi cinque anni, ad esporre il pro­gram­ma elet­torale, tut­to all’insegna del­la con­ti­nu­ità con l’amministrazione Chin­car­i­ni. Nel­la scalet­ta degli ind­i­rizzi, al pri­mo pos­to il man­ten­i­men­to di trib­u­ti e imposte al min­i­mo con­sen­ti­to; seguono la riqual­i­fi­cazione dei servizi sociali e la val­oriz­zazione delle attiv­ità delle asso­ci­azioni e delle orga­niz­zazioni non lucra­tive di util­ità sociale. Nell’elenco dei lavori pub­bli­ci spic­cano la costruzione di un nuo­vo edi­fi­cio sco­las­ti­co e di un cam­po sporti­vo in local­ità Por­to Vec­chio; la real­iz­zazione di e di cinque parchi giochi e l’ampliamento del cimitero. Nel pro­gram­ma del­la nuo­va ammin­is­trazione anche la real­iz­zazione di un sot­topas­so fer­roviario in local­ità Por­to Vec­chio; il sosteg­no alle inizia­tive tur­is­ti­co-cul­tur­ali, una mag­giore atten­zione ai gio­vani e un’azione inci­si­va nel­la lot­ta alla pros­ti­tuzione, alla dro­ga e alla delin­quen­za. Per quan­to con­cerne la cul­tura, in pro­gram­ma la real­iz­zazione di aree espos­i­tive, muse­ali e dell’archivio stori­co nel­la caser­ma di artiglieria di Por­ta Verona appe­na restau­ra­ta, dove tro­verà una sede più pres­ti­giosa anche la . Per rispon­dere alle esi­gen­ze di chi fa sport ver­rà real­iz­za­to un cen­tro attrez­za­to per canoa, can­ot­tag­gio e ; la cop­er­tu­ra dei campi da ten­nis di San Benedet­to, una nuo­va palestra e ver­rà val­u­ta­ta la pos­si­bil­ità di costru­ire una nuo­va pisci­na, even­tual­mente anche inter­co­mu­nale, a ges­tione pub­bli­ca o mista. Al momen­to delle dichiarazioni sia Pao­lo Melot­ti che Gian­lu­ca Fio­rio, rispet­ti­va­mente capo grup­po di Forza Italia e di Allean­za Nazionale, si sono impeg­nati per una «costrut­ti­va col­lab­o­razione» con la giun­ta. Gli altri capi­grup­po sono Pietro Dalai per la civi­ca Aril­i­ca, Ste­fano Pasi­ni per la Liga e Giulio Bichel per Gente di Lago.