Prima iniziativa dell’anno, stasera, per il Centro culturale del Garda, nato nel 1992 su iniziativa di un gruppo di amici desenzanesi

Gli affreschi di Giotto al centro del dibattito

Di Luca Delpozzo
Enrico Dugoni

Pri­ma inizia­ti­va dell’anno, stasera, per il Cen­tro cul­tur­ale del Gar­da, nato nel 1992 su inizia­ti­va di un grup­po di ami­ci desen­zane­si, con l’intenzione pri­maria di favorire la dif­fu­sione del­la dot­t­ri­na sociale del­la Chiesa, allargan­dosi a pro­poste storiche, politiche, let­ter­arie, musi­cali, artis­tiche. Il Cen­tro è pre­siedu­to da Car­la Sig­nori, diret­tore Mar­cel­lo Zac­cara, seg­re­taria Adele Bazoli: una trenti­na i soci, attivi ed entu­si­asti. L’appuntamento di stasera è pro­mosso in col­lab­o­razione con la coop­er­a­ti­va sco­las­ti­ca «A. Meri­ci» ed è in pro­gram­ma alle ore 21 al Palaz­zo del Tur­is­mo. Tema: «L’avvenimento cris­tiano sec­on­do Giot­to». Saran­no pro­poste dia­pos­i­tive degli affres­chi del­la Cap­pel­la degli Scroveg­ni di Pado­va, com­men­tate dal pos­ses­sor Rober­to Fil­ip­pet­ti. Il pro­gram­ma pros­eguirà mart­edì 20 mar­zo con il pri­mo incon­tro del quar­to cor­so mat­u­ran­di all’auditorium «Celesti»; a richi­es­ta dei parte­ci­pan­ti ver­rà rilas­ci­a­to un attes­ta­to di fre­quen­za uti­liz­z­abile per il cred­i­to for­ma­ti­vo. Il Cen­tro cul­tur­ale del Gar­da, in questo sol­co, ha già orga­niz­za­to incon­tri sul­la dot­t­ri­na sociale del­la Chiesa e su Europa e Cris­tianes­i­mo. Inoltre ha pre­sen­ta­to alcu­ni lib­ri a carat­tere reli­gioso. «Par­ti­co­lare atten­zione è sem­pre sta­ta riv­ol­ta al mon­do del­la scuo­la — rib­adisce la pres­i­dente Sig­nori -; abbi­amo tra l’altro pro­mosso un incon­tro pub­bli­co sul­la nuo­va rifor­ma sco­las­ti­ca al quale han­no ader­i­to numerose asso­ci­azioni e isti­tu­ti sco­las­ti­ci e tre cor­si per mat­u­ran­di dal 1997 al 2000, col patrocinio dell’assessorato alla Cul­tura e Pub­bli­ca istruzione di Desen­zano». Suc­ces­so ha riscos­so anche il prog­et­to «Gar­da musi­ca», sem­pre con l’appoggio del Comune: cinque con­cer­ti di musi­ca etni­co-popo­lare che si sono svolti la scor­sa estate in castel­lo, e che dovreb­bero essere ripetu­ti. Per ulte­ri­ori infor­mazioni sull’appuntamento di stasera tele­fonare ai numeri 0335/266782 o 0335/6963559.