Gli Alpini di Lazise in “camminata” a favore delle popolazioni terremotate

12/12/2016 in Attualità
Parole chiave:
Di Sergio Bazerla

Gli di Colà, Pacen­go e Lazise han­no rac­colto con la loro “ lib­era cam­mi­na­ta” oltre 1800 euro che saran­no des­ti­nati alle popo­lazioni ter­re­mo­tate del cen­tro Italia.

Una cam­mi­na­ta che si è sno­da­ta per le vigne ed i filari del­la cam­pagna lacus­tre, a ridos­so del lago, fra le colline, in un pae­sag­gio autun­nale ric­co di col­ori e di natu­ra e nonos­tante la gior­na­ta neb­biosa ed uggiosa le penne nere non han­no demor­so. Anzi. Si sono ritrovate in cir­ca tre­cen­to per com­piere del “movi­men­to” e per essere sol­i­dali con chi ha per­du­to tut­to: dal­la casa, agli affet­ti, ai pro­pri cari.

Abbi­amo accetta­to e con­di­vi­so la pro­pos­ta del­la sezione Alpi­ni di Verona per com­piere ques­ta man­i­fes­tazione che ha avu­to davvero un for­tis­si­mo riscon­tro – affer­ma Car­lo Olivieri, capogrup­po degli alpi­ni di Pacen­go — e che ci ha dato la pos­si­bil­ità di rac­cogliere oltre 1800 euro da des­tinare alla sezione provin­ciale. Loro, poi, a fine rac­col­ta da parte di tut­ti i grup­pi dis­lo­cati nel veronese – con­clude Olivieri – decider­an­no la des­ti­nazione dei fon­di. La pro­pos­ta orig­i­nar­ia è sta­ta quel­la di dare vita ad una scuo­la, o asi­lo, o strut­tura pre­fab­bri­ca­ta per uno dei pae­si mag­gior­mente col­pi­ti dal sis­ma.”

Emer­gen­za sis­ma cen­tro Italia è il con­to cor­rente su cui andran­no a finire gli euro rac­colti dagli alpi­ni – sot­to­lin­ea il capogrup­po di Lazise Ste­fano Bergami­ni- per­chè ques­ta è la nos­tra speci­fi­ca volon­tà. Di fronte a queste emer­gen­ze noi non ci tiri­amo cer­to indi­etro.”

E fra una can­ti­na e l’al­tra, fa una cam­mi­na­ta ed una sos­ta, gli alpi­ni e gli ami­ci degli alpi­ni han­no per­cor­so cir­ca sette chilometri. Un momen­to che ha coin­volto anche intere famiglie anche con i bam­bi­ni al segui­to.

E’ sta­ta una gior­na­ta davvero bel­lis­si­ma ed apprez­za­ta – sog­giunge Clau­dio Brus­co capogrup­po di Colà – ed abbi­amo in ani­mo di ripeter­la ogni anno, a fine novem­bre, dopo la sta­gione tur­is­ti­ca. Ovvi­a­mente ci sarà sem­pre in pri­ma fila la “benef­i­cen­za” per chi è sta­to meno for­tu­na­to.”

Abbi­amo subito ader­i­to alla richi­es­ta degli alpi­ni – spie­ga il sin­da­co Luca Sebas­tiano – per ques­ta man­i­fes­tazione che è sporti­va e benefi­ca assieme. Io ho chiu­so la gior­na­ta nel­la can­ti­na dei Fratel­li Meneghel­lo, a Pacen­go, pro­prio per­chè vole­vo dare un seg­no tan­gi­bile del­la vic­i­nan­za del­la ammin­is­trazione a queste inizia­tive di sol­i­da­ri­età.”

img-20161128-wa0000

Parole chiave: