Il presidente ringrazia per il calore dell'accoglienza

Gli auguri di Ciampi sul libro d’oro

13/07/2001 in Avvenimenti
Di Luca Delpozzo

In comune c’è il libro d’oro dove, dai tem­pi di Bas­set­ti, gli ospi­ti illus­tri del­la cit­tà las­ciano un seg­no del loro tran­si­to. La penul­ti­ma pag­i­na è siglata dal sin­da­co di Beit Jal­la, ed è ver­ga­ta in arabo. Sul­l’ul­ti­ma il pres­i­dente Ciampi ha scrit­to: «A Riva del Gar­da che mi ha accolto con tan­to affet­to, un augu­rio vivis­si­mo». Accan­to a quel­la di Car­lo Aze­lio c’è la fir­ma del­la sig­no­ra Fran­ca. Il sin­da­co ci tene­va a ques­ta ded­i­ca ed ha provve­du­to a trasferire il librone al du Lac, otte­nen­do dal pres­i­dente l’au­to­grafo in un inter­val­lo del­la cena. A Mal­ossi­ni ha fat­to par­ti­co­lar­mente piacere che il pres­i­dente Ciampi abbia volu­to sot­to­lin­eare il calore spe­cialis­si­mo del­l’ac­coglien­za che la gente di piaz­za Cate­na gli ha ris­er­va­to domeni­ca scor­sa: l’ave­va del resto mar­ca­ta anche a Tren­to, il giorno dopo.