Una storia che parte da lontano e che per certi aspetti ricorda il voto dei "Dodici sabati" recentemente riscoperto a Dro.

Gli Schutzen e il lumino di Hall

05/02/2000 in Cultura
A Dro
Parole chiave:
Di Luca Delpozzo
D.P.

Una sto­ria che parte da lon­tano e che per cer­ti aspet­ti ricor­da il voto dei “Dod­i­ci sabati” recen­te­mente riscop­er­to a Dro. Nel 1631, anno del­la grande pestilen­za in tut­to il Trenti­no, l’ar­ciduches­sa Clau­dia Augus­ta fondò un lasc­i­to con il quale il Mag­nifi­co Gia­co­mo Gar­du­mo del Con­ta­do di Arco si impeg­na­va ad ammin­is­trare un olivete a Pra­bi, in local­ità S.Apollinare, dal quale si dove­va ricavare l’o­lio per un lumi­no perenne del­la Cap­pel­la del­la Madon­na di Loret­to di Hall, in Tiro­lo. Il voto, come molti altri, si è per­so nei sec­oli, fino alla rie­vo­cazione oper­a­ta l’an­no scor­so dal­la Com­pag­nia Schutzen di Arco, che si è reca­ta ad Hall con dei ram­et­ti d’uli­vo. Un gesto molto gra­di­to alla par­roc­chia tirolese, al pun­to da invitare la Com­pag­nia arcense, a ripetere il gesto anche quest’an­no. E gli Schi­itzen non se lo sono fat­to ripetere. Alla let­tera del decano tirolese Wal­ter Aich­n­er rispon­der­an­no con una trasfer­ta di grup­po pro­gram­ma­ta per il 9 aprile, quin­ta domeni­ca di Quares­i­ma, parte inte­grante del pro­gram­ma di del­l’ex voto del­l’Ar­ciduches­sa. Il sin­da­co del­la cit­tad­i­na tirolese ha già garan­ti­to il suo ben­venu­to a quan­ti da Arco rag­giunger­an­no la Cap­pel­la di Lore­to. Le iscrizioni sono già aperte e le prime sono arriver­an­no pro­prio ques­ta sera, al Cas­inò di Arco, dove è in pro­gram­ma il sec­on­do Schutzen­ball, il bal­lo degli Schutzen.

Parole chiave: