Questi piccoli roditori vivono per lo più di semi e ghiande

Gli scoiattoli, piccoli mammiferi roditori

Di Luca Delpozzo

Gli scoiat­toli, pic­coli mam­miferi rodi­tori del­la famiglia delle Sci­uri­nae, sono ani­mali che si adat­tano a vivere un po’ ovunque in Europa e nel­la regione sub-arti­ca, dove trovano un habi­tat adat­to ai loro inse­di­a­men­ti e cibo ido­neo. La famiglia più comune da noi è lo scoiat­to­lo stri­a­to (eutamias sibir­i­cus) che si tro­va preva­len­te­mente nelle zone di mon­tagna. I boschi di conifere sono comune­mente i luoghi più adat­ti per l’insediamento di questi vivaci ani­malet­ti, che amano costru­ir­si il nido sopra gli alberi. Gen­er­la­mente gli scoiat­toli si nutrono di pigne, semi, ghi­ande, noc­ci­ole e altra frut­ta sec­ca; ma pos­sono affi­lare i pic­coli den­ti anche con le radi­ci degli alberi. Si nutrono volen­tieri anche di frut­ta e le mele sono un ali­men­to con­sigli­a­bile per chi tiene scoiat­toli in cat­tiv­ità; anche se sono ani­mali che si adat­tano dif­fi­cil­mente ad una gab­bia, che ovvi­a­mente deve essere di gran­di dimen­sioni per per­me­t­tere loro di arrampi­car­si su un fin­to tron­co e com­piere le con­suete evoluzioni. Lo scoiat­to­lo si ripro­duce una sola vol­ta all’anno, gen­eral­mente in pri­mav­era. Ma se vivono in cat­tiv­ità è dif­fi­cilis­si­mo che si adat­ti­no a pro­cre­are dei pic­coli. Nel­la gab­bia inoltre ci deve essere un solo mas­chio, che, in caso di par­to, va tolto imme­di­ata­mente, per evitare che ucci­da i piccoli.