La raccolta ospitata nella Rocca ha più di un secolo

Gli uccelli nella letteraturapiece al museo ornitologico

26/04/2009 in Attualità
Parole chiave:
Di Luca Delpozzo
R.D.

Alle ore 16 il Museo orni­to­logi­co di Lona­to ospiterà una sin­go­lare «Con­t­a­m­i­nazione tra cul­tura e scien­za» inizia­ti­va che prende il nome di «Eser­cizi di volo» e pro­pone la let­tura teatrale di brani sul mon­do degli uccel­li nel­la let­ter­atu­ra e in con­tem­po­ranea la proiezione su max­is­cher­mo del rel­a­ti­vo pen­nu­to con tan­to di didas­calia scientifica.Al pianoforte Gian­lui­gi La Torre con il com­pi­to di creare la gius­ta atmos­fera. Le voci recitan­ti saran­no quelle di Lau­ra Gam­barin e Fed­er­i­ca Armillis.Il prog­et­to è sta­to cura­to dal pro­fes­sor Fabio Ter­raroli, pro­tag­o­nista dell’associazione Ami­ci del­la chiesa di S. Anto­nio, con il patrocinio dell’assessorato alla Cul­tura e la col­lab­o­razione del­la . Saran­no pre­sen­ti anche alun­ni dell’Istituto com­pren­si­vo statale.«Chissà se in questo modo — con­fi­da Ter­raroli — non rius­cire­mo a far crescere l’interesse e il rispet­to per la natu­ra e gli ani­mali. Spero soprat­tut­to nei gio­vani.…». La collezione di uccel­li impagliati del Museo civi­co orni­to­logi­co di Lona­to, ospi­ta­to all’interno del­la Casa del cap­i­tano nel­la Roc­ca, è sta­ta cos­ti­tui­ta nei pri­mi anni del Nove­cen­to da Gus­ta­vo Adol­fo Car­lot­to, all’epoca diret­tore di una vas­ta azien­da agri­co­la a Bag­no­lo di Loni­go (Vicen­za) e pre­sen­ta in maniera pres­soc­ché com­ple­ta l’avifauna italiana.Gli esem­plari, ben con­ser­vati, sono sta­ti impagliati oltre un sec­o­lo da Mar­co Gianese. In orig­ine la rac­col­ta com­pren­de­va cir­ca 1800 esem­plari; pri­ma di essere acquis­ta­ta dal Comune di Lona­to appartene­va all’Istituto Don Cal­abria di Verona ed è sta­ta espos­ta nel­la vic­i­na abbazia di Maguz­zano fino al 1989. L’esposizione attuale, con­ser­va­ta nel­la Roc­ca di Lona­to, è sta­ta inau­gu­ra­ta nel 1996.

Parole chiave: