Premiate dall’Amministrazione al circolo di villa Melisa le persone più anziane. Tra breve l’attuale direttivo sarà affiancato da nuove persone

Gli undici patriarchi del paese

18/06/2002 in Attualità
Di Luca Delpozzo
Torri del Benaco

Tut­to bene alla Fes­ta dell’anziano, svoltasi al cir­co­lo anziani di vil­la Melisa. Gra­zie alla disponi­bil­ità del comi­ta­to per le feste di Albisano, che ha mes­so a dis­po­sizione e mon­ta­to gra­tuita­mente un grande ten­done nel par­co di vil­la Melisa, gli oltre 150 anziani del cir­co­lo guida­to da Ange­lo Zam­boni han­no potu­to ritrovar­si e pran­zare tut­ti assieme in occa­sione del­la gior­na­ta a loro ded­i­ca­ta. Ad alli­etare con musi­ca e can­ti la fes­ta ci ha pen­sato il grup­po musi­cale The Com.Pro., ovvero il trio com­pos­to dagli ammin­is­tra­tori pub­bli­ci Davide Bendinel­li, asses­sore provin­ciale al tur­is­mo e sin­da­co di Gar­da, Gae­tano Paset­to, asses­sore allo sport al Comune di Bus­solen­go, e Gior­gio Bonol­di, con­sigliere comu­nale di Tor­ri. Per il trio musi­cale, che ha pro­pos­to il reper­to­rio delle più note can­zoni anni ’60, si è trat­ta­to in prat­i­ca di un ritorno sul­la sce­na di vil­la Melisa, dato che già ave­vano fat­to cantare e bal­lare gli anziani fino a notte fon­da durante l’estate scor­sa. E la gior­na­ta, pre­sente anche il sin­da­co di Tor­ri Alber­to Vedovel­li, è sta­ta anche l’occasione per trib­utare i giusti onori ad undi­ci anziani del paese. Sod­dis­fat­tis­si­mo il pres­i­dente del cir­co­lo, Ange­lo Zam­boni. «Non so davvero più chi ringraziare», ha com­men­ta­to vis­i­bil­mente com­mosso. «Da quan­do infat­ti abbi­amo reso pub­bli­co il fat­to di avere i con­ti leg­ger­mente in pas­si­vo per le spese sostenute per il restau­ro del ban­cone del bar del cir­co­lo, gra­zie soprat­tut­to al con­trib­u­to del­la Cariverona, abbi­amo avu­to molti gesti di sol­i­da­ri­età e di aiu­to con­cre­to. Alcune per­sone infat­ti ci han­no taglia­to gra­tuita­mente l’erba del par­co, altri si sono mes­si a dis­po­sizione per aiutar­ci nel­la ges­tione del bar e tante altre man­i­fes­tazioni che ci han­no molto aiu­ta­to. E questo è sta­to l’ennesimo gesto di atten­zione ver­so il cir­co­lo e ver­so gli anziani. Davvero abbi­amo per­so i con­ti di quante per­sone dover ringraziare». Ma non è tut­to. Nonos­tante i con­ti in rosso, il pres­i­dente del cir­co­lo ha fat­to acquistare alcu­ni pre­mi per i «cinque più assidui fre­quen­ta­tori di vil­la Melisa», come ha illus­tra­to lo stes­so Zam­boni, «che, con i sei più anziani pre­miati dal Comune, fan­no undi­ci in tut­to». I cinque pre­miati sono sta­ti Ren­zo Bertel­li, classe 1911, Mario Per­ot­ti, Arturo Vedovel­li, Rino Pietro Vedovel­li e Agri­nal­do Pescetta. Per quest’ultimo, si è trat­ta­to di una doppia pre­mi­azione, dato che è il sec­on­do più anziano del paese ed ha rice­vu­to quin­di anche il pre­mio dal sin­da­co di Tor­ri. Gli altri cinque pre­miati sono sta­ti poi Emil­ia Zuc­chet­ti che, dall’alto dei suoi novan­tanove anni, è la più anziana del paese, e poi pure Pavoni, Gia­comet­ti, Ram­bal­di e Repet­to. «Il cir­co­lo anziani», ha com­men­ta­to il sin­da­co Alber­to Vedovel­li, «sta davvero lavo­ran­do bene ed è sem­pre più un impor­tante momen­to di aggregazione per la gente del paese». Infine, gli oltre 150 anziani han­no vota­to ed approva­to a larga mag­gio­ran­za la pro­pos­ta fat­ta dal pres­i­dente Zam­boni di far affi­an­care l’attuale diret­ti­vo da nuovi diri­gen­ti, per i mesi di manda­to che restano per arrivare alla sca­den­za elet­torale. «In questo modo», ha con­clu­so Zam­boni, «rius­cire­mo ad evitare di dover cam­biare lo statu­to del cir­co­lo anziani e ren­der­e­mo asso­lu­ta­mente non trau­mati­co il pas­sag­gio di con­seg­ne tra chi ha ret­to per sei anni le sor­ti del cir­co­lo e chi è des­ti­na­to a suben­trare, can­di­dan­dosi alla gui­da di vil­la Melisa». Nei giorni scor­si infat­ti, pur di non perdere l’attuale pres­i­dente che, come da statu­to, non potrà più rican­di­dar­si ai ver­ti­ci del cir­co­lo aven­do già esple­ta­to due man­dati, gli anziani era­no disponi­bili a fare un ref­er­en­dum per la mod­i­fi­ca di questo articolo.