Ieri all’hotel «Gritti» la consegna delle medaglie per la promozione turistica del Benaco. Riconoscimenti a Raiuno, La7, Gardaland e a Sara Simeoni

Gran galà, notte da Oscar

12/12/2006 in Attualità
Di Luca Delpozzo
Stefano Joppi

Sette asso­ci­azioni in cam­po per la pro­mozione del­la regione del Bena­co. L’unione, quel­la con la u minus­co­la, fa la forza han­no pen­sato gli ideatori del Gran Galà del Gar­da anda­to in sce­na ieri sera al Parc hotel Gritti.In un colpo solo gli orga­niz­za­tori del , Notte di Fia­ba di Riva, , Lega Bisse, Pre­mio Sirmione-Cat­ul­lo, la Mara­tona Ter­ra dei For­ti di canoa e I Bar­coni del Gar­da, han­no raduna­to una trup­pa di ammin­is­tra­tori e autorità delle tre sponde del più grande lago d’Italia per asseg­nare gli Oscar del Gar­da: 8 riconosci­men­ti (5 oro del Gar­da, 3 argen­to del Gar­da) andati a per­son­ag­gi del mon­do del­lo sport, gior­nal­is­mo, tele­vi­sione e comu­ni­cazione che han­no con­tribuito a far conoscere il ter­ri­to­rio garde­sano. Ebbene, le sette asso­ci­azioni che in estate allestis­cono even­ti d’intrattenimento e di forte richi­amo per gli ospi­ti e le gen­ti del Gar­da han­no deciso di far sen­tire la loro voce anche nel peri­o­do inver­nale: ques­ta vol­ta non come attori prin­ci­pali ma nel ruo­lo di padroni di casa per ospitare e pre­mi­are chi ha rac­con­ta­to con amore il mon­do del lago. E così ieri sera, davan­ti a cir­ca due­cen­to per­sone, è sta­to un fiorire di attes­ta­ti con i pre­miati, tra un piat­to di risot­to con radic­chio e una tagli­a­ta di faraona servi­ta nel salone Aris­ton, chia­mati sul pal­co da Annalau­ra Miglio­rat­ti, miss del Gar­da 2006, e Gian­lu­ca Ginepro.Tra i pri­mi a rice­vere l’Oro del Gar­da, una ripro­duzione in miniatu­ra del Bena­co, Pao­lo Mar­celli­ni, reg­ista del­la trasmis­sione tele­vi­si­va di Rai Uno Italia che vai. Una intera pun­ta­ta tut­ta ded­i­ca­ta al lago di Gar­da ad immor­ta­lare le a Sirmione, Vil­la Fel­trinel­li — la res­i­den­za del Duce a Gargnano — per poi volare in eli­cot­tero sulle sponde verone­si e trentine.Premiata come sim­bo­lo del­la garde­san­ità e per i suoi trascor­si sportivi Sara Sime­oni, medaglia d’oro di salto in alto alle olimpia­di di Mosca: la con­seg­na del tro­feo è avvenu­ta men­tre sul­lo scher­mo scor­re­vano le immag­i­ni delle imp­rese olimpiche del­la salta­trice veronese. Res­i­dente a Riv­o­li, la Sime­oni ha sem­pre tes­ti­mo­ni­a­to in giro per il mon­do l’affetto per la sua ter­ra d’origine: pri­ma come atle­ta, poi come ambas­ci­atrice azzur­ra e quest’anno come mad­ri­na del­la Mara­tona Ter­rade­ifor­ti di canoa.Tra i pre­miati, sem­pre con l’Oro del Gar­da, il gior­nal­ista Pao­lo Cecinel­li, capore­dat­tore cen­trale e invi­a­to de La 7, il diret­tore del­la sede Rai di Tren­to Giambat­tista Pup­po che ha riti­ra­to il pre­mio asseg­na­to al seg­re­tari­a­to sociale Rai per l’appoggio offer­to alle inizia­tive veliche del lago riv­olte alla velat­er­apia, e Aldo Vigevano, diret­tore com­mer­ciale di , per la divul­gazione dell’immagine del Bena­co pro­mossa dal par­co dei diver­ti­men­ti di Castel­n­uo­vo. I pre­mi Argen­to del Gar­da sono sta­ti invece asseg­nati a Gior­gia Polese, pro­tag­o­nista del­la attra­ver­sa­ta a nuo­to da Riva a Desen­zano del Gar­da; a Umber­to Fel­ci, tito­lare di uno dei più pres­ti­giosi stu­di di prog­et­tazione navale in Italia; e ad Ange­lo Peretti, gior­nal­ista esper­to di enogas­trono­mia, autore di lib­ri ded­i­cati al e olio dell’area garde­sana.