Il Direttore Stefano Berni: "Segnali positivi dall’export e dalle famiglie italiane"

Grana Padano si conferma il prodotto DOP più consumato nel mondo nel 2018

Parole chiave:
Di Redazione

Anche nel 2018 il Grana Padano si con­fer­ma il prodot­to Dop più con­suma­to del mon­do con una quo­ta record di 4.940.000 forme. Una ten­den­za pos­i­ti­va che tro­va riscon­tri anche nelle esportazioni che, nei pri­mi 9 mesi dell’anno, han­no fat­to seg­nare un incre­men­to del 5,4%.

Seg­nali pos­i­tivi – ha spie­ga­to Ste­fano Berni, Diret­tore Gen­erale del Con­sorzio – che si reg­is­tra­no anche nell’aumento degli acquisti delle famiglie (+4,6%) e nel set­tore del­la ris­torazione (+7%), con un +6,9% nel Retail. Bene anche il dato del ‘grat­tugia­to’ che fa seg­nare, rispet­to all’an­no pas­sato, un +10%”, cresci­ta des­ti­na­ta tut­ta all’export”. 

Forte e sig­ni­fica­ti­vo, poi, l’in­cre­men­to, rispet­to al 2017, delle forme ‘Grana Padano Ris­er­va’ che, con un 32% in più, tes­ti­mo­nia di come il con­suma­tore apprezzi prodot­ti d’ec­cel­len­za.

Mai in pas­satoha aggiun­to Ste­fano Berni, Diret­tore del Con­sorzio era sta­to con­suma­to tan­to Grana Padano, sia in Italia che all’estero, quan­to nel 2018.  A ren­dere vin­cente e a con­fer­mare il pri­ma­to di pri­ma DOP del mon­do è la coe­sione e l’unità di inten­ti di un intero sis­tema, cos­ti­tu­ito da due­cen­to con­sorziati, capace di con­frontar­si, mis­urar­si anche con calore ma pro­cedere sem­pre con rin­no­va­ta ener­gia ed entu­si­as­mo”.

Il suc­ces­so dei con­su­miha pros­e­gui­to Berniè det­ta­to da tre fat­tori: il prez­zo con­ve­niente pro­pos­to dal­la Grande Dis­tribuzione ai con­suma­tori, la cres­cente qual­ità con un gus­to sem­pre più vici­no alle richi­este delle famiglie e la percezione sem­pre più rad­i­ca­ta che si trat­ta di un for­mag­gio asso­lu­ta­mente nat­u­rale tra i meno gras­si sul mer­ca­to, real­iz­za­to con vac­che rig­orosa­mente nutrite pres­soché solo con for­ag­gi e ali­men­ti del nos­tro ter­ri­to­rio e, infine, il Piano Pro­dut­ti­vo con una quan­tità cor­re­la­ta ai con­su­mi e adeguate risorse aggiun­tive per pro­mozionare fuori Italia le crescite pro­dut­tive”.

Questi pri­mi dati del 2018 – ha con­clu­so il Diret­tore Berni – ci fan­no guardare con ottimis­mo al nuo­vo anno. Le nos­tre aziende, con seri­età, sac­ri­fi­ci e pro­fes­sion­al­ità, nonos­tante la crisi eco­nom­i­ca e le dif­fi­coltà gen­er­al­iz­zate per imp­rese e famiglie, dimostra­no di saper pro­porre un prodot­to che tro­va riscon­tri impor­tan­ti sia a liv­el­lo nazionale, sia inter­nazionale. Siamo cer­ti che, anche per il cenone di , il Grana Padano, con il suo gus­to uni­co e inim­itabile, sarà pro­tag­o­nista del­la tavola degli ital­iani e di tut­ti gli aman­ti del buon cibo”.

Parole chiave: