Grande festa per la 59a “Regata dell’odio”

29/10/2013 in Vela
Di Luigi Del Pozzo

L’im­mag­ine del­la 59a edi­zione del­la rega­ta del­l’O­dio è quel­la dei velisti del­lo Yacht Club Berg­amo, i vinci­tori del­la classe Pro­tag­o­nist con gli allievi del­la scuo­la berga­m­as­ca diret­ta da Andrea Sig­norel­li, i pic­coli che han­no parte­ci­pa­to al “Cam­pi­ona­to Sociale Open” delle scuole di Gargnano, Toscolano-Mader­no, del­l’As­so­ci­azione Nau­ti­ca Sebi­na di Sulzano per la classe “Rs Feva”. Gio­vani sper­anze e regatan­ti col­lau­dati ecco quan­to pro­pos­to dal­la clas­si­ca di fine sta­gione del lago di Gar­da, quel “Tro­feo del­l’O­dio” che nonos­tante il nome sa sem­pre rac­con­tare sfide bellissime.

Oltre a quelle del­la flot­ta dei Pro­tag­o­nist, il 7 metri e mez­zo che pro­prio a Bogli­a­co di Gargnano è nato gra­zie ai fratel­li Gal­loni ed al prog­et­tista Gigi Badinel­li, a quel­la tra i due “Fal­coni” fir­mati da Daniele Buiz­za, il “Blu Fal­con” con­dot­to da Oscar Tono­li (che ha vin­to) e la gemel­la “Sep­tem­bre”, quel 10 metri che vinse in asso­lu­to nel­la del 1976 con un equipag­gio che com­pren­de­va lo skip­per-velaio Gino Fil­ip­pi­ni e un gio­vanis­si­mo , oggi pres­i­dente del . In asso­lu­to la rega­ta del­l’O­dio del 2013 è sta­ta vin­ta da una vec­chia volpe “lacus­tre” come il veronese Albi­no Fravezzi (ex Cam­pi­one Europeo e Tri­col­ore con l’olimpi­ca Star). Ha por­ta­to l’As­so “Ac&E” al pri­mo pos­to in asso­lu­to davan­ti al “GradAs­so” del sem­pre atten­to ed agguer­ri­to Pietro Bovola­to, ter­zo è fini­to “Asster­si­co” di Gior­gio Zam­boni, l’ar­mo cam­pi­one ital­iano che ave­va con­dot­to per oltre metà gara, quar­ti i ragazzi del Cus Bologna coman­dati da Fabi­ano Capuc­ci­ni, impeg­nati a bor­do del “Con­fu­sione-Aron” di Ger­ar­do Rizzato.

Nel­l’U­fo 22 tut­ti atten­de­vano la vit­to­ria delle ragazze di “Free­dom”. Il suc­ces­so è invece anda­to al mader­nese Diego Petromer e del­l’a­bile tat­ti­co Davide Bal­lar­i­ni (Oltre 22) che han­no rego­la­to Emanuele Car­bonel­li (Dadeli) e le dame coman­date da Annal­isa Moni­ga, a bor­do Cristi­na Dovara, Mery Mar­chi­ni, Piera Bettoni.

La mista ha pro­pos­to una mis­cel­lanea di imbar­cazioni con la famiglia Fer­rari (Mar­co skip­per, Alessan­dro alla tat­ti­ca) che por­ta la “La Fenice” di Cesare Onofri (un Mumm 30) davan­ti a tut­ti, sec­on­do “Sei un Asso” di Orazio Zanet­ti e Geo Castelli­ni, ter­zo il “Blu Fal­con” che con Oscar Tono­li, quar­to “Dol­phin-Doc”, quin­ti “Sep­tem­bre”, ses­to il Dol­phin Mr di Tode­s­chi­ni del­la Water Tribe di Milano, otta­vo “Fun­ny Frog” di Pao­lo Tagliani e nono “Fu-Nat­i­ca” di Capel­lo e Quec­chia. In gara c’er­a­no anche gli allievi delle squadre veliche del­l’Ans di Sulzano, Toscolano-Mader­no, Gargnano. Negli han­no vin­cono i fratel­li Davide e Nico­la Codegh­i­ni, nel doppio Rs-Feva, l’inedi­ta cop­pia Daniele Minoni-Edoar­do Gam­ba dei club di Gargnano e Mader­no. Ora i gio­vani dei Club veli­ci si prepara­no alla parte­ci­pazione alla “Sail Parade” che la 14a Zona di Fed­ervela pro­muoverà domeni­ca 3 novem­bre nel gol­fo di Salò.

Uffi­cio stam­pa CVG 2013