Il gruppo bisse La Rocca e i suoi mitici vogatori

Grandi collezionisti di bandiere del lago

28/08/2004 in Attualità
Parole chiave:
Di Luca Delpozzo
Alvaro Joppi

Mai un’assenza in 37 edi­zioni del palio remiero del lago. Il grup­po bisse La Roc­ca di Gar­da è infat­ti l’unico di 17 club remieri bena­cen­si che dal 1967, anno del­la fon­dazione del­la Lega Bisse, che non è mai man­ca­to all’appuntamento annuale del­la . Con la recente vit­to­ria il team di voga­tori con pres­i­dente Ali­gi Pinci­ni è arriva­to a sette suc­ces­si: la triplet­ta negli anni 1967/1971, poi nel 1975 e 1987 per arrivare all’ultima doppi­et­ta 2003–2004. In realtà le vit­to­rie dei voga­tori di Gar­da sal­go­no com­p­lessi­va­mente a ben 19 se si con­tano le dieci volte con la maglia del grup­po di Tor­ri e le due con quel­la del . Notev­ole mer­i­to di questi suc­ces­si remieri van­no attribuiti in par­ti­co­lare al leggen­dario Ettore «Bacalà» Malfer che di Bandiere ne ha vinte dod­i­ci. Ma anche al fratel­lo Alber­to Malfer con undi­ci, quante messe a seg­no anche da Pino Mod­er­a­to Mon­ese. Un club quel­lo di Gar­da da sem­pre fuci­na di cam­pi­oni per la maes­tria nel­la appre­sa per tradizione dai pesca­tori e diven­ta­ta poi nel tem­po attiv­ità sporti­va tra­man­da­ta alle gio­vani gen­er­azioni. «È con gio­vani come Mat­teo Pinci­ni e Michele Berton­cel­li e diver­si altri», mette in risalto Alber­to il capo­bar­ca e uomo di espe­rien­za del­la bis­sa Gar­da «che in questi ulti­mi anni siamo tor­nati in auge vin­cen­do le ultime due Bandiere» Quin­di nes­suna voglia di mol­lare nonos­tante l’età che avan­za? «La moglie è con­tenta che mi ten­ga in form», ammic­ca sor­ri­den­do il ban­car­io che di anni ne ha com­piu­ti 55 «e fino che a lei piace non vedo per­ché devo smet­tere». E dopo il Palio delle con­trade di gar­da e quel­lo delle mura di Peschiera c’è l’appuntamento con la rega­ta stor­i­ca a Venezia sul Canal Grande.«Non mi sem­bra anco­ra arriva­to il momen­to di smet­tere dopo più trent’anni di gara». Non res­ta che fare gli auguri all’ultimo rap­p­re­sen­tante di una gen­er­azione di voga­tori che han­no saputo riportare a nuovi fasti e trasmet­tere la pas­sione del­la voga alla vene­ta alle nuove gen­er­azioni. «Con un ringrazi­a­men­to», sot­to­lin­ea il pres­i­dente Pinci­ni «che va al Cantieri dal Fer­ro e in par­ti­co­lare a Gian­fran­co «Cogo» Zampi­ni per la con­tin­ua atten­zione per le nos­tre imbarcazioni».

Parole chiave: