La 32ªedizione della manifestazione enogastronomica che si terrà a Puegnago dal 5 all'8 settembre

Groppello e olio:la fiera del gusto

Parole chiave: -
Di Luca Delpozzo
Enrico Grazioli

«Chi pert la somésa del Gro­pel, pert el sèrvel». È un vec­chio det­to ver­na­co­lare del­la Valte­n­e­si che sot­to­lin­ea la preziosità di questo autoctono, sim­bo­lo del­la 32esima Fiera di Pueg­na­go del Gar­da, pre­sen­ta­ta ieri alla sede decen­tra­ta del­la di Bres­cia. La rasseg­na regionale arroc­ca­ta sulle colline moreniche dal 5 all’8 set­tem­bre si pre­sen­terà con 67 oli monocul­ti­var dal­la peniso­la nazionale, cen­to grappe dalle tre Regioni bag­nate dal Gar­da e trentadue vini Groppello.IL GROPPELLO è sen­za dub­bio il prodot­to più rap­p­re­sen­ta­ti­vo (pre­sente ormai solo in Valte­n­e­si) del­la fiera, degusta­bile tra le con­trade del cen­tro in quel lun­go ban­co d’as­sag­gio che sarà la Via del Grop­pel­lo aper­ta ven­erdì, saba­to e lunedì dalle 18 alle 23 e domeni­ca dalle 11 alle 12,30 e dalle 14.30 alle 23. Come da tradizione non mancherà l’Hos­te­ria del­lo Spiedo dove saran­no servi­ti i piat­ti del­la tradizione locale alcu­ni dei quali abbinati all’o­lio Casali­va. Sarà aper­ta tut­ti i giorni dalle 18 alle 23 e domeni­ca anche a pran­zo con l’o­bi­et­ti­vo di super­ar­si: lo scor­so anno preparò 35mila prese di spiedo. Il pro­gram­ma è ric­co e vi sono tut­ti i giorni talk show, con­veg­ni, degus­tazioni gui­date, lab­o­ra­tori sul for­mag­gio e tan­ti altri even­ti tra cui domeni­ca dalle 16 la sfi­la­ta dei car­ri del­la tradizione con­tad­i­na. L’inaugurazione sarà ven­erdì 5 alle 19, con la pre­mi­azione in castel­lo dei migliori Grop­pel­li e delle migliori grappe (pre­mio «l’Alam­bic­co del Gar­da»). Giovedì 4 in con­siglio comu­nale si farà già un pas­so ver­so l’an­no prossi­mo: sarà esam­i­na­ta l’is­ti­tuzione del­la Denom­i­nazione Comu­nale per il groppello.Per il pro­gram­ma det­taglia­to del­la fes­ta vis­itare www.puegnagofiera.com.

Parole chiave: -