Proposta di legge di Chincarini per avere la Marina anche sui laghi Maggiore e di Como. «Serve per elevare il livello di sicurezza»

Guardia costiera tutto l’anno

Di Luca Delpozzo

La squadra nau­ti­ca del­la polizia, i , la , con­cor­rono tut­ti a garan­tire la sicurez­za del­la sul Gar­da. Ma quel­lo che anco­ra man­ca — è ques­ta la tesi sostenu­ta dal sin­da­co e onorev­ole leghista — è piut­tosto un sogget­to che abbia come com­pi­to isti­tuzionale il soc­cor­so in lago. Per questo Chin­car­i­ni nel­la sua veste di par­la­mentare ha pre­sen­ta­to come pri­mo fir­matario una pro­pos­ta di legge. Il testo chiede di prevedere anche per le acque interne e in par­ti­co­lare per i laghi di Gar­da, Como e Mag­giore, come già avviene per il mare, l’affidamento al Cor­po delle cap­i­taner­ie di por­to — il coor­di­na­men­to delle oper­azioni di soc­cor­so del­la vita umana. In tal sen­so si è già mosso anche il coman­dante gen­erale, ammi­raglio Euge­nio Sicurezza.