La chiusura della Gardesana crea forti disagi e qualcuno si sfoga con chi lavora al tunnel. A Riva cantiere blindato contro gli assalti e gli insulti dei turisti

Guardie armate in difesa dei custodi

15/04/2001 in Avvenimenti
Parole chiave:
Di Luca Delpozzo
Luca Belligoli

Il cantiere dove si sta costru­en­do la nuo­va gal­le­ria che unirà Limone a Riva è sta­to blinda­to. Alcu­ni tur­isti, irri­tati per la chiusura al traf­fi­co del­la , nei giorni scor­si se la sono infat­ti pre­sa con i cus­to­di del cantiere e in un paio di casi li han­no perfi­no mal­me­nati. Imme­di­a­ta la reazione delle ditte Colli­ni e Oberosler, incar­i­cate di ter­minare l’opera entro giug­no. Per evitare ulte­ri­ori spi­acevoli episo­di han­no assun­to delle guardie armate che sorveg­lier­an­no 24 ore su 24 gli acces­si del cantiere. In questo modo si vogliono anche evitare intru­sioni come quel­la che è avvenu­ta di recente, quan­do un grup­po di ciclisti ha minac­cia­to l’addetto che sorveg­li­a­va l’ingresso per­ché a loro dire questi lim­i­ta­va ingius­ta­mente la loro lib­ertà di movi­men­to, oltre a rov­inare l’escursione lacus­tre. I vig­i­lantes servi­ran­no anche per scon­giu­rare impre­viste inter­ruzioni dei lavori, che sec­on­do gli accor­di saran­no sospe­si sola­mente per far pas­sare le ambu­lanze o altri mezzi di soc­cor­so; l’ospedale più vici­no a Limone infat­ti è quel­lo di Riva. In caso di emer­gen­za in pochi minu­ti i respon­s­abili del cantiere sono in gra­do di bloc­care i lavori. Quan­to ai tem­pi del cantiere, rimane con­fer­ma­to che il nuo­vo tun­nel ver­rà aper­to entro la metà di giug­no, anche se a traf­fi­co alter­na­to. Ovvero un mese pri­ma di quan­to pre­ven­ti­va­to ad inizio lavori. Impos­si­bile invece per­me­t­tere anche solo in occa­sioni spe­ciali, come le vacanze pasquali, di per­cor­rere la vec­chia Statale bis. Trop­po peri­coloso, data la vic­i­nan­za con il cantiere dove ven­gono esplose mine, oper­azione nec­es­saria alla costruzione del tun­nel. I tur­isti in arri­vo dal Bren­nero pos­sono comunque trovare infor­mazioni sul­la alter­na­ti­va nei pun­ti di infor­mazione tur­is­ti­ca — l’Apt ha stam­pa­to un’apposita carti­na dis­tribui­ta in questi giorni ai tour oper­a­tor — oppure con­sul­tan­do due siti Inter­net che ven­gono aggior­nati ogni due ore: www.lagodigardamagazine.com/it/info oppure www.reisen-touren.com/Italien/Gardasee.

Parole chiave: