Conferenza pubblica, il 16 novembre, alla Casa degli Alpini di Lonato.

Prima Guerra Mondiale. Disvelarte prepara il centenario

Casa degli Alpini_Lonato
Iscriviti al nostro canale
Di Redazione

L’associazione DISVELARTE, con la partecipazione di alcuni Docenti dell’Università di Brescia, del Gruppo Alpini di Lonato del Garda e dell’Associazione Nazionale del Fante – Sezione di Lonato del Garda, organizza sabato 16 novembre 2013 una conferenza pubblica al titolo “Preparando il Centenario – Conferenza pubblica per conoscere e valorizzare i manufatti della Prima Guerra Mondiale nell’alto Garda – Adamello in preparazione del centenario dello scoppio delle ostilità”. La sede sarà la Casa degli Alpini di Lonato del Garda.

L’incontro proposto vuole essere un momento di approfondimento relativamente all’imminenza dei festeggiamenti per il centenario dell’inizio della Prima Guerra Mondiale atteso per il 2014 in Europa e nelle zone d’Italia allora appartenenti all’Impero Austro-Ungarico e per il 2015 in Italia. In quest’occasione si vuole fare il punto sullo stato di conoscenze relative alle dotazioni testimoniali rimanenti di quest’evento, per la Provincia di Brescia, così da poter approntare e confrontarsi su alcune idee in merito a interventi da attuarsi per valorizzare l’evento nella popolazione.

Il confronto previsto vede il coinvolgimento passivo di quelle istituzioni che amministrano a vari titoli i luoghi che, allora, furono interessati dagli eventi bellici.

L’incontro sarà quindi strutturato per presentare quanto si è appreso in questi anni su quanto ancora presente nel territorio della Provincia di Brescia e per suggerire una serie di interventi da attuarsi per comunicare in modo efficacie alla popolazione l’importanza di tale data. Presso la Casa degli Alpini di Lonato del Garda in via Pozze n° 21/c a Lonato l’incontro sarà, aperto al pubblico, il 16 novembre 2013.

L’associazione DISVELARTE

L’associazione persegue esclusivamente finalità culturali ed ha lo scopo di valorizzare l’ impegno culturale, artistico e professionale inerente il settore dei beni culturali e ambientali, del linguaggio visivo e della produzione artistica in genere. L’associazione persegue inoltre il fine di sensibilizzare la società per ridefinire il ruolo dei beni culturali all’interno del tessuto sociale ed economico mediante le attività che essa propone. A tale fine potrà svolgere attività di tutela, gestione, restauro e conservazione dei beni culturali,

nonché promuovere manifestazioni culturali, iniziative didattiche di diverso genere per adulti e per bambini, corsi di formazione, mostre, conferenze, dibattiti, pubblicazioni anche per conto terzi e su supporto di diversa natura (cartaceo, multimediale ecc…) e iniziative varie. Tra gli scopi principali vi è inoltre la finalità didattica rivolta a istituti scolastici italiani ed esteri di ogni ordine e grado anche promuovendo azioni di valenza interdisciplinare insite nella promozione e valorizzazione dei beni culturali.

All’interno dell’associazione è costituito il gruppo di lavoro DISVELARTE: “Restauro & Conservazione” che ad opera degli stessi ideatori, riprende e integra l’esperienza di “Recuperando”: un gruppo di lavoro che, nato nell’aprile del 2005, si è occupato della messa in salvaguardia dei beni, delle consulenze storico – critiche, della redazione ed esecuzione di lavori di conservazione.

La complessità del moderno progetto di conservazione esige una serie di multidisciplinarietà che vengono sempre più richieste anche dagli organi preposti alla tutela: il gruppo di lavoro si pone come momento di sintesi tra varie professionalità nel campo delle conservazione e del restauro di opere d’arte.

Tutti gli attori del gruppo sono aggiornati sulle più moderne conoscenze tecniche – teoriche in materia di restauro grazie alla partecipazione a convegni ed a corsi di aggiornamento costanti.

Il gruppo nasce dalla volontà di operare nel complesso mondo della conservazione dei beni monumentali in modo rigoroso e professionale con occhio attento alla mera conservazione delle tracce del passato: questa esperienza viene poi riversata anche negli interventi sui manufatti non vincolati.

L’attività del gruppo è in grado di spaziare dalla salvaguardia temporanea e di emergenza di situazioni di danno latente fino al ripristino in efficienza del bene.

Finalità

L’incontro si pone come una giornata di studio, necessariamente limitata nella scansione temporale proprio in funzione delle finalità che si vogliono raggiungere.

Queste sono relative ad una sensibilizzazione nei confronti delle pubbliche amministrazioni impegnate nei territori che furono, allora, teatro della guerra e della popolazione residente nella provincia di Brescia in generale.

Così facendo si vuole iniziare con un sufficiente anticipo a ragionare con che modalità valorizzare la conoscenza dell’evento in occasione del sopraggiungere delle ricorrenze relative all’inizio delle ostilità.

L’occasione vuole essere un approfondimento sulla necessità di conservare e valorizzare le testimonianze fisiche e di memoria collettiva ancora presenti nel territorio della provincia di Brescia così da cogliere l’occasione per informare la popolazione su un evento non così lontano come è dato pensare.

Da molti anni, infatti, le testimonianze fisiche della prima guerra mondiale sono oggetto in provincia di Brescia e, maggiormente nel resto d’Italia, di una rivalutazione sia in termine di memoria storica che di resti monumentali di manufatti inerenti i vari eventi bellici.

I numerosi manufatti ancora visibili sui luoghi della guerra possono essere un momento di rilancio sociale ed economico di vaste aree così come da anni sta avvenendo in altre zone europee (linea Maginot, ecc) ed italiane (forti trentini).

Il Presidente DISVLEARTE, Associazione di San Felice del Benaco (Bs)

Prof. Giacomo Turolla

www.disvelarte.net

Email: associazione@disvelarte.net

(Nell’immagine: la Casa degli Alpini di Lonato – fonte: www.alpinilonato.it)

Commenti

commenti