Ha preso servizio il contingente interforze composto da 12 militari ad integrazione del personale sanitario di ASST Garda

Di Redazione

Ha pre­so servizio oggi — mart­edì 31 mar­zo — il con­tin­gente inter­forze delle Forze Armate Ital­iane dis­lo­ca­to pres­so ASST Gar­da ad inte­grazione del­la dotazione organ­i­ca azien­dale impeg­na­ta nel­la ges­tione dell’emergenza lega­ta al coro­n­avirus.

Il con­tin­gente presterà servizio pres­so le strut­ture azien­dali per un mese con pos­si­bil­ità di pro­l­unga­men­to.

Il team è cos­ti­tu­ito da 12 san­i­tari – 4 medici, 2 far­ma­cisti, 6 infer­mieri – apparte­nen­ti a Eserci­to, Mari­na Mil­itare, Aero­nau­ti­ca Mil­itare come di segui­to det­taglia­to:

 

Cor­po apparte­nen­zaQual­i­fi­caSpe­cial­itàDes­ti­nazione
Eserci­to2 Uffi­ciali MediciPsichi­a­triaServizio Psichi­atri­co di Diag­nosi e Cura-SPDC

Ospedale di Leno

2 Uffi­ciali Far­ma­cistiFar­ma­cia OspedalieriSede cen­trale Far­ma­cia Ospedaliera Ospedale di Desen­zano
2 Sot­to Uffi­ciali Infer­mieriMed­i­c­i­na Inter­na

Ospedale di Maner­bio

rubes
Mari­na

Mil­itare

1 Uffi­ciale MedicoIn cor­so di acqui­sizionePron­to Soc­cor­so e Med­i­c­i­na Inter­na

Ospedale di Maner­bio

2 Sot­to Uffi­ciali Infer­mieriRian­i­mazione e Pron­to Soc­cor­so

Ospedale di Maner­bio

Aero­nau­ti­ca

Mil­itare

1 Uffi­ciale MedicoRadi­olo­giaPneu­molo­gia

Ospedale di Lona­to

2 Sot­to Uffi­ciali Infer­mieriPron­to Soc­cor­so

Ospedale di Gavar­do

 

I 12 mil­i­tari han­no un’età com­pre­sa tra 30 e 50 anni e han­no mat­u­ra­to espe­rien­ze speci­fiche nel­la ges­tione di emer­gen­ze san­i­tarie gra­zie alla parte­ci­pazione a mis­sioni uman­i­tarie.

Ringrazio le autorità mil­i­tari – dichiara il Diret­tore Gen­erale Dr. Carme­lo Scar­cel­la – per aver accolto la richi­es­ta che abbi­amo invi­a­to il 23 mar­zo scor­so det­ta­ta dall’esigenza di inte­grare la nos­tra dotazione organ­i­ca con per­son­ale pro­fes­sion­al­mente prepara­to per affrontare l’emergenza san­i­taria in atto. Ringrazio anche il Comune di Desen­zano che ha mes­so a dis­po­sizione i servizi di sup­por­to nec­es­sari per la per­ma­nen­za del per­son­ale mil­itare che ver­rà ospi­ta­to pres­so l’Ospedale di Leno e pres­so il Res­i­dence Il Sog­no di Desen­zano che, gra­zie alla sen­si­bil­ità dell’albergatore, ha mes­so a dis­po­sizione gra­tuita­mente alcune stanze dell’albergo.”

I posti let­to che, alla data odier­na, ASST Gar­da ha des­ti­na­to al ricovero dei pazi­en­ti affet­ti da COVID19 sono 493 — di cui 31 di ter­apia inten­si­va — pari al 80% dei posti let­to totali dell’Azienda.

I posti let­to no covid – ad oggi 121 — rien­tra­no in per­cor­si speci­fi­ci e sono ded­i­cati alla ges­tione delle urgen­ze delle varie spe­cial­ità: oste­tri­cia, pedi­a­tria, med­i­c­i­na gen­erale, chirur­gia, orto­pe­dia, urolo­gia e otori­no­laringoia­tria. Per quan­to riguar­da l’area mater­no-infan­tile, ASST Gar­da ha man­tenu­to attive, sen­za alcun ridi­men­sion­a­men­to, le attiv­ità di oste­tri­cia, di sala par­to e di assis­ten­za post par­tum garan­ten­do alle mamme e ai neonati una pre­sa in cari­co com­ple­ta.