Ai campionati mondiali di vela per non vedenti. Vola il gussaghese Bertanza, secondo e terzo

Homerus subito in testa

28/09/2002 in Sport
Di Luca Delpozzo
Gargnano

Inizia sot­to il seg­no di Home­rus, la bar­ca garde­sana, il quin­to cam­pi­ona­to mon­di­ale per non veden­ti orga­niz­za­to dal­la Blind Sail­ing Inter­na­tion­al e dal . Le regate si svol­go­no davan­ti a Bogli­a­co. La man­i­fes­tazione gode del sup­por­to di Ras, Mari­na Yacht­ing, Gos­the, Pasi­ni Pro­dut­tori, col patrocinio del­l’asses­so­ra­to allo Sport del­la Provin­cia e del . L’im­bar­cazione, con a bor­do Andrea Artoni, Bruno Fez­zar­di, Mau­ro Van­ni e Loredana Ruisi gui­da la clas­si­fi­ca dei «B2 Team» con 3 pun­ti, segui­ta da Irlan­da del Nord, Gran Bre­tagna, Nuo­va Zelan­da e Texas (tut­ti a 7 pun­ti). Quin­di, Mass­a­chus­sets (13), Giap­pone (14), Fin­lan­dia (15), Aus­tralia (17) e la Flori­da, che chi­ude a 18. La man­i­fes­tazione è sta­ta divisa in tre rag­grup­pa­men­ti, in base alle dif­fi­coltà visive dei velisti. Buone notizie giun­gono anche dal grup­po «B1», nel quale con­cor­rono i velisti con il mas­si­mo hand­i­cap visi­vo. Gui­da la clas­si­fi­ca il Pro­tag­o­nist norveg­ese che ha vin­to entrambe le manch­es di ieri, con lo skip­per Thomas Johan­nesen. Lui­gi Bertan­za (di Gus­sa­go), che è in bar­ca con il novarese non vedente Raul Pietrobon e gli accom­pa­g­na­tori Giulio Com­boni e Mar­co Schi­ra­to, ha ottenu­to un ter­zo e un sec­on­do pos­to. E’, così, sal­da­mente in sec­on­da posizione, davan­ti agli equipag­gi di Irlan­da del Nord, Inghilter­ra, Mass­a­chu­setts, New York-Rhode Island, Nuo­va Zelan­da e Giap­pone. Le regate di questo grup­po si sono dis­pu­tate in mat­ti­na­ta e sono state carat­ter­iz­zate dal clas­si­co ven­to da nord, il Pel­er. Nel­la pri­ma rega­ta dei «B 3», con la flot­ta dei , si è impos­ta l’Inghilter­ra sul­la Nuo­va Zelan­da e il Giap­pone. Quin­ti han­no chiu­so i padovani Alessan­dro Malip­iero ed Elisa Bardel­la (mar­i­to e moglie) con gli istrut­tori Alessan­dro Gaoso e Anto­nio Banalot­ti. La sec­on­da gior­na­ta di regate è in pro­gram­ma oggi e stare­mo a vedere se gli equipag­gi ital­iani con­fer­mer­an­no lo sta­to di for­ma mes­so in evi­den­za nel­la gior­na­ta d’aper­tu­ra. Altri due giorni di regate (oggi e domani) potran­no infat­ti evi­den­ziare la qual­ità di accred­i­tati equipag­gi stranieri, come quel­lo dei velisti del­la cit­tà di Auck­land del «Roy­al New Zealand Squadron», club che nelle sue sale con­ser­va la Cop­pa Amer­i­ca. Le flotte in gara sono com­poste da 12 Pro­tag­o­nist e 7 Dol­phin. La for­mu­la prevede equipag­gi di due non veden­ti e due accom­pa­g­na­tori veden­ti a bor­do, con il ruo­lo di tim­o­niere affida­to a un non vedente.