Presentati i positivi dati relativi alla stagione turistica appena conclusa. Si rafforza un gruppo che conta strutture in tutta Italia

«Hotels» sempre più blu

13/11/2005 in Attualità
Di Luca Delpozzo
se.za.

Il Grup­po Blu Hotels, che ha la pro­pria sede a Cunet­tone di Salò, chi­ude il 2005 con un fat­tura­to di 32 mil­ioni di euro (+10% sul 2004), superan­do le stime pre­viste. Nel 2000 era sta­to rag­giun­to il tet­to di 40 mil­ioni di vec­chie lire. Nel­l’ar­co di 192 giorni di aper­tu­ra media di tutte le strut­ture, con 2.200 camere totali a dis­po­sizione, sono state rag­giunte 600 mila pre­sen­ze, con un tas­so di occu­pazione del 77%. Ottimistiche le pre­vi­sioni per il 2006: l’obiettivo è di puntare ad un ulte­ri­ore incre­men­to del 10%. «Una grande sta­gione», ha sot­to­lin­eato il pres­i­dente Nico­la Risat­ti nel cor­so di un incon­tro svoltosi da «Casimiro» al Por­to di Portese, al quale han­no parte­ci­pa­to 150 tra ami­ci, cli­en­ti, col­lab­o­ra­tori. Il 2005 è sta­to di fon­da­men­tale impor­tan­za per l’assetto soci­etario. In giug­no è nata la Blu Hold­ing, con cap­i­tale sociale di 5 mil­ioni di euro, che con­trol­la, in una ristrut­turazione com­p­lessi­va, le tre soci­età del grup­po: Blu Hotels spa (ges­tioni alberghiere), Rosa Blu srl (set­tore immo­bil­iare), Blu Trav­el srl (tour oper­at­ing). La quar­ta cate­na a cap­i­tale ital­iano, la pri­ma nel set­tore leisure, rag­grup­pa 19 strut­ture alberghiere sparpagli­ate in tut­ta Italia, quat­tro in pro­pri­età (l’Hotel del Par­co di Pescasseroli, in Abruz­zo, a Passig­nano, sul Trasi­meno, Vil­la Margheri­ta a Ladis­poli, in provin­cia di Roma, e, appun­to, Casimiro), le altre in ges­tione. Si trat­ta del Galeazzi a Bar­bara­no di Salò, La Qui­ete a Maner­ba, l’Ab­bazia dei Colleme­dio a Col­laz­zone (Peru­gia); in Sardeg­na il Laco­nia di Arzachena, il Gio­ca in Bir­di Vil­lage di San­ta Tere­sa di Gal­lu­ra, il Club Rina di Alghero e il Green di Cala di Volpe (Sas­sari); in Cal­abria il Par­adise di Manda­toric­cio Mare (Cosen­za) e il Vil­lag­gio Sirio di Sel­l­ia (Catan­zaro); nelle Puglie il Salen­to Vil­lage di S.Isidoro (Lec­ce), con sette ettari di verde, un per­cor­so salute e aree ded­i­cate ai gio­vani, al relax, allo sport. In mon­tagna, l’Alpen Weit­lanbrunn (a Sil­lian, in Aus­tria, un chilometro e mez­zo al di là del con­fine), il Per­la di Madon­na di Campiglio, il Golf in Fol­gar­ia e le ultime due «acqui­sizioni»: il Grand Hotel di Mis­u­ri­na (a 15 chilometri da Corti­na d’Ampezzo, aper­to sia d’inverno che d’estate) e il Dolomi­ti Chalet sul Bon­done, di fronte agli impianti di risali­ta. «Abbi­amo inizia­to nel ’93 con quat­tro alberghi, e pian piano siamo cresciu­ti — ricor­da Nico­la Risat­ti, orig­i­nario di Limone — e sono un migli­aio le per­sone che lavo­ra­no con noi. Abbi­amo fat­i­ca­to parec­chio, ma i risul­tati sono arrivati. Io sono orgoglioso e sod­dis­fat­to. Vor­rei ringraziare innanz­i­tut­to i miei soci: Gabriel­la Pros­er­pio, fon­da­men­tale nei pri­mi dif­fi­cili tem­pi, il cav­a­lier Gio­van­ni Risat­ti, indis­pens­abile gra­zie alla notev­ole espe­rien­za, e i miei cug­i­ni, gran­di e instan­ca­bili col­lab­o­ra­tori: Fab­rizio Piantoni, respon­s­abile del per­son­ale, e Ottavio Risat­ti, che cura gli acquisti». Nel feb­braio 2002 è sta­ta inau­gu­ra­ta la sede oper­a­ti­va a Cunet­tone di Salò, vici­no alla caser­ma dei : l’edificio di vetro occu­pa 800 metri quadri e una cinquan­ti­na di per­sone. Rap­p­re­sen­ta il cuore pul­sante del­l’in­tera cate­na, con l’uf­fi­cio per­son­ale, le preno­tazioni, la tenu­ta del­la con­tabil­ità, il «food and bev­er­age» (le ordi­nazioni dei prodot­ti ali­men­ta­ri), il mar­ket­ing. Da lì viene insom­ma gesti­ta tut­ta l’attività.