25-26 gennaio a Bosco Chiesanuova (Vr) 2 giorni di assemblea generale dei comuni di confine.
L’ass.comi.conf. rappresenterà 446 comuni, 1.400.000 abitanti, dal Piemonte al Friuli, 700 km di montagne e colline.
All’apertura interverrà la ministra Lin

I 450 sindaci dei comuni di confine in assemblea e l’ass. comi.conf. chiede

18/01/2008 in Attualità
A Veneto
Parole chiave:
Di Luca Delpozzo

È pro­prio così, quei 170 Sin­daci che in seg­no di protes­ta si tolsero le fasce tri­col­ori e dal­la Piaz­za del Duo­mo di le inviarono al Pres­i­dente del­la Repub­bli­ca Napoli­tano solo un mese fa, si riu­ni­ran­no in una assem­blea gen­erale per dec­retare l’allargamento e l’adesione alla loro Asso­ci­azione di altri 280 Sin­daci dei Comu­ni a loro lim­itrofi e confinanti.Il Pres­i­dente Mar­co Scalvi­ni pre­sen­terà all’Assemblea la mod­i­fi­ca del­lo Statu­to per con­sen­tire a questi Comu­ni di aderire all’ASS.COMI. CONF..“Abbiamo pre­sen­ta­to alla Cam­era ed al Sen­a­to un Ordine del Giorno che prevede la dis­tribuzione delle risorse del “Fon­do per le zone di Con­fine”, anche ai Comu­ni Con­fi­nan­ti con la Svizzera e l’Austria ed a tut­ti i Comu­ni di 2^ fas­cia, cioè quel­li lim­itrofi e con­fi­nan­ti con i Comu­ni di Confine.Alla Cam­era ed al Sen­a­to è pas­sato all’unanimità e approva­to con l’effettiva con­seguen­za di dis­tribuire ben­efi­cio a 450 Comuni.L’ASS.COMI.CONF. – con­tin­ua il Pres­i­dente Mar­co Scalvi­ni – ha dimostra­to che l’unione dei Sin­daci sui prob­le­mi veri del­la gente è una car­ta vin­cente che può portare risul­tati con­creti e un nuo­vo modo di far polit­i­ca sul territorio”.L’Assemblea dei 450 Sin­daci si esprimerà sul rego­la­men­to attua­tore del­la nor­ma e sulle modal­ità di dis­tribuzione delle risorse, chiederà alla Min­is­tra Lanzil­lot­ta com­pe­tente in quan­to Min­is­tero finanzi­a­tore, di con­sid­er­are le indi­cazioni che l’ASS.COMI.CONF. porterà a Roma.“la nos­tra sod­dis­fazione sta nell’aver rag­giun­to il pri­mo obi­et­ti­vo – dichiara Scalvi­ni – che era quel­lo di ottenere il riconosci­men­to politi­co delle nos­tre istanze. Oggi lo Sta­to ha riconosci­u­to la valid­ità delle nos­tre riven­di­cazioni e legifera apposi­ta­mente per provvedere ad un parziale ris­arci­men­to dei dis­a­gi provo­cati dal­la con­fi­nan­za tra i sis­te­mi fis­cali e ammin­is­tra­tivi delle regioni Autonome e quelle ordi­nar­ie. Le leg­gi – con­tin­ua Scalvi­ni – isti­tu­is­cono i dirit­ti e i doveri e oggi il dirit­to dei nos­tri Comu­ni ad una mag­giore atten­zione cor­risponde al dovere da parte del­lo Sta­to di garan­tire sosteg­no e solidarietà.“Secondo obi­et­ti­vo? Sem­plice, i 450 Comu­ni non con­sid­er­a­no adegua­ta l’entità delle risorse e non si può cer­to pen­sare che un Fon­do pre­vis­to per soli 4 anni pos­sa rime­di­are a decen­ni di dis­a­gi e garan­tire il futuro ai nos­tri Comu­ni. Fino a quan­do tutte le Regioni non avran­no un sis­tema sim­i­le a quel­lo autonomo, noi con­tin­uer­e­mo a subire quin­di l’ASS.COMI.CONF. avrà lun­ga vita.Intanto ci prepari­amo per la prossi­ma manovra eco­nom­i­ca e chieder­e­mo subito l’incremento delle risorse altri­men­ti vor­rà dire che in piaz­za Duo­mo andremo in 450”.L’Assemblea esprimerà tut­ta la sua riconoscen­za all’impegno pro­fu­so dal­la Min­is­tra Lin­da Lanzil­lot­ta che tro­verà cer­ta­mente una calorosa accoglien­za così come la ricev­er­an­no il Sen­a­tore Ser­gio Div­ina del­la Lega Nord, l’on. Mau­ro Fab­bris dell’UDEUR, l’on. di Forza Italia, l’on. Camil­lo Piaz­za dei Verdi.Riconoscenza dei 450 Sin­daci per quei par­ti­ti che han­no pre­sen­ta­to trasver­salmente gli emen­da­men­ti con le richi­este dell’ASS.COMI.CONF. con­sideran­do un val­ore umano e sociale più impor­tante dei col­ori politi­ci o delle logiche di schieramento.

Parole chiave:

Commenti

commenti