Oggi assemblea comunale dei ragazzi che hanno fatto anche un libro sul dialetto. Il giornalino delle medie dedicato al 30 aprile del 1848 e del 1982

I baby consiglieri salvano la storia

27/04/2002 in Avvenimenti
Di Luca Delpozzo
Pastrengo

I ragazzi si appro­pri­ano del pas­sato per con­seg­narlo al futuro. Sem­bra questo in sin­te­si il lavoro che pre­sen­ter­an­no i ragazzi del Con­siglio dei Ragazzi del­la Scuo­la Media «Fra­cas­toro» sezione stac­ca­ta di Cavaion durante il Con­siglio comu­nale stra­or­di­nario che si tiene oggi. Nel­la sedu­ta viene pre­sen­ta­ta la nuo­va edi­zione del «Pas­trengh­ese», un gior­nali­no cura­to dai ragazzi del­la scuo­la media. Questo numero è ded­i­ca­to intera­mente al 30 aprile 1848, pas­sato alla sto­ria per la famosa «car­i­ca», e il 30 aprile 1982, data in cui il gen. Car­lo Alber­to Dal­la Chiesa per l’ultima vol­ta ves­ti­va la divisa da cara­biniere per poi andare a Paler­mo, dove fu ucciso assime alla moglie in un atten­ta­to mafioso. I ragazzi pre­sen­ter­an­no rif­les­sioni e com­men­ti sui fat­ti stori­ci e sui fat­ti di cronaca, con la loro spon­taneità e la loro schi­et­tez­za. Ver­rà pre­sen­ta­to poi il libret­to «I muri par­la», una nuo­va pub­bli­cazione che, gra­zie al finanzi­a­men­to dell’Amministrazione comu­nale, anche quest’anno il con­siglio dei ragazzi ha potu­to real­iz­zare. «Si trat­ta di una rac­col­ta di parole in dialet­to, che la pro­fes­sores­sa Mari­atere­sa Fac­cin­cani ha arric­chi­to con modi di dire, prover­bi, indovinel­li, tradizioni scelti tra il mate­ri­ale da lei racolto negli ulti­mi trent’anni a Pas­tren­go», ha spie­ga­to il sin­da­co dei ragazzi Cecil­ia Ono­rati. «Pen­si­amo di aver for­ni­to così un’interessante, se pur parziale, tes­ti­mo­ni­an­za sul­la situ­azione del dialet­to nei nos­tri pae­si, in par­ti­co­lare di Pas­tren­go, San­drà e Sega. Il nos­tro obi­et­ti­vo è quel­lo di con­ser­vare, almeno in parte, questo impor­tante pat­ri­mo­nio cul­tur­ale che sta inevitabil­mente scom­paren­do assieme alle infor­mazioni sul­la vita, sulle abi­tu­di­ni, sul modo di pen­sare del tem­po che fu». Al ter­mine del­la sedu­ta sarà inau­gu­ra­ta la mostra fotografi­ca dei ragazzi del­la scuo­la ele­mentare e media che han­no parte­ci­pa­to al 3° con­cor­so «Vedute, per­son­ag­gi ed ogget­ti carat­ter­is­ti­ci di Pas­tren­go e dintorni».