La quarta edizione del trofeo internazionale sarà ripresa da Rai Sat e Stream Tv. Sabato 400 atleti si sfidano a nuoto, in bici e di corsa

I campioni del triathlon

20/09/2001 in Sport
Parole chiave:
Di Luca Delpozzo
Giacomo Tomezzoli

Il tor­na a Peschiera. Saba­to prossi­mo, sulle rive delle acque aril­i­cen­si, si dis­put­erà il tro­feo inter­nazionale Cit­tà di Peschiera del Gar­da, giun­to alla sua quar­ta edi­zione. In una cor­nice pae­sag­gis­ti­ca uni­ca quat­tro­cen­to atleti prove­ni­en­ti da tut­ta Europa si sfider­an­no per aggiu­di­car­si la pro­va val­i­da per il cam­pi­ona­to ital­iano di soci­età e il cam­pi­ona­to dopola­voro fer­rovieri. Due i fat­tori che porter­an­no alla definizione dei vinci­tori: l’importanza degli atleti e il trac­cia­to, già defini­to dal­la Fed­er­azione ital­iana Triathlon come uno dei più inter­es­san­ti e selet­tivi, anche per la carat­ter­is­ti­ca di non essere in lin­ea. A fare la dif­feren­za saran­no infat­ti per la parte a ter­ra i salis­cen­di che il ter­ri­to­rio pre­sen­ta tra Peschiera, Pon­ti e Poz­zolen­go, men­tre per la parte in acqua sicu­ra­mente la pre­sen­za sul trac­cia­to attorno alle mura di trat­ti a favore o a sfa­vore dei cor­ren­ti. Il via alle 12.30 al por­to di Peschiera per il chilometro e mez­zo a nuo­to attorno alla fortez­za veneziana; poi la pro­va in bici­clet­ta con parten­za dal parcheg­gio di Por­ta Bres­cia, che impeg­n­erà i parte­ci­pan­ti in una 40 chilometri (per­cor­so da ripetere due volte) pro­prio all’interno del­la zona di pro­duzione del Lugana. Per con­clud­ere, infine, la gara di cor­sa su un trac­cia­to di 10 chilometri all’interno delle vie cit­ta­dine. Per il pub­bli­co si trat­terà solo di scegliere la visuale migliore: tra i pun­ti con­sigliati il ponte di Por­ta Bres­cia, il canale di mez­zo e il cen­tro stori­co, ma anche le frazioni saran­no inter­es­sate dal pas­sag­gio degli atleti. La man­i­fes­tazione sporti­va, orga­niz­za­ta dal­la Fed­er­azione ital­iana Triathlon, dal Coni e dal Dopola­voro fer­rovieri, sarà quest’anno ripresa intera­mente da Rai Sat e da Stream Tv e coin­vol­gerà ben 35 soci­età sportive, per­ché si trat­ta di uno sport che tro­va sem­pre più la parte­ci­pazione dei gio­vani. «Effet­ti­va­mente», com­men­ta Mau­r­izio Zur­ma, a capo dell’organizzazione del tro­feo, «sono ben 10 mila i tesserati in Italia e nel­la sola provin­cia di Verona si sono orga­niz­zate ormai 13 soci­età». «Abbi­amo ottenu­to grosse sod­dis­fazioni da questo tro­feo, che pro­poni­amo a Peschiera da quat­tro anni», con­tin­ua Zur­ma «e gli apprez­za­men­ti che ci con­tin­ua a fare la fed­er­azione non pos­sono far altro che spinger­ci nel man­tenere questo impor­tante appun­ta­men­to sporti­vo. Le par­ti­co­lar­ità tec­niche e pae­sag­gis­tiche del per­cor­so sono notevoli e l’auspicio è che saba­to pomerig­gio tan­ta gente pos­sa vivere una bel­la gior­na­ta di sport»” I prepar­a­tivi sono nel frat­tem­po già iniziati e molte saran­no le asso­ci­azioni del ter­ri­to­rio che inter­ver­ran­no per la buona rius­ci­ta del tro­feo. Centi­na­ia di atleti arriver­an­no da diver­si Pae­si per aggiu­di­carse­lo e sono in molti ad aspi­rare alla vit­to­ria. Lo scor­so anno furono Davide Maraya di Fumane e Beat­rice Lan­za di Biel­la (poi sec­on­da ai mon­di­ali 2001) a con­quistare la cop­pa. Ci sono insom­ma già tut­ti i pre­sup­posti per una gara che si pre­sen­terà molto interessante.

Parole chiave: