Operazione di tutela ambientale con i ragazzi della scuola media

I canneti trovano una «famiglia»

Di Luca Delpozzo
Sara Mauroner

I can­neti del­la Zat­tera han­no trova­to una nuo­va famiglia. Gli alun­ni del­la scuo­la media statale «Trebeschi-Cat­ul­lo» di Desen­zano han­no infat­ti «adot­ta­to» i due can­neti nel cor­so di una cer­i­mo­nia alla quale han­no parte­ci­pa­to anche il sin­da­co, Fioren­zo Pienez­za, l’assessore all’ambiente Mau­ro Guer­ra e gli ani­ma­tori del­la tutela dei can­neti del bas­so lago: il Cra di Sirmione, la Lega Navale Ital­iana ed il Cai di Desen­zano. Il prog­et­to di seguire le fasi bio­logiche del­lo svilup­po del can­neto si inserisce nel pro­gram­ma di lavoro e di stu­dio con­corda­to tra il Cra e l’istituto sco­las­ti­co desen­zanese. Il con­trol­lo ed il mon­i­tor­ag­gio han­no come obi­et­ti­vo l’integrità di questo bio­sis­tema così impor­tante per l’equilibrio eco­logi­co del lago. I lavori saran­no affi­dati ai volon­tari del grup­po can­neti che avran­no nel Comune e nelle isti­tuzioni provin­ciali pre­poste gli inter­locu­tori vali­di per impedirne il degra­do. L’attività del grup­po pros­egue il suo pro­gram­ma con la pulizia dei can­neti del Vò. L’appuntamento è oggi alle 8.30 alla base nau­ti­ca del­la Lega Navale Italiana.