I costi della scuola spartiti fra i comuni

26/10/2000 in Avvenimenti
Di Luca Delpozzo

I comu­ni di Limone e di Ten­no han­no accetta­to di con­tribuire per la loro quo­ta alle spese che l’am­min­is­trazione rivana affronta per le scuole medie. Si trat­ta di scuo­la del­l’ob­bli­go e nelle medie cit­ta­dine con­fluis­cono quo­tid­i­ana­mente anche stu­den­ti prove­ni­en­ti dai cen­tri lim­itrofi. Il comune copre un ven­taglio di spese in cui il riscal­da­men­to rap­p­re­sen­ta la voce più impor­tante. Quan­tif­i­can­do la spe­sa pro capite è pos­si­bile deter­minare il con­trib­u­to a cari­co dei vici­ni. Ten­er­si una scuo­la aper­ta costerebbe comunque di più.