I ragazzi dell’Alberghiero di Desenzano studiano e presentano prodotti in Francia. Olivo benacense: promozione dei nostri prodotti in Francia

I gardesani conquistano Avignone

Parole chiave:
Di Luca Delpozzo
e. s.

Ampli­are le conoscen­ze pro­fes­sion­ali tec­ni­co-pratiche e gas­tro­nomiche, ma anche affinare la nozione di gus­to, impara­re a lavo­rare in un team inter­nazionale, appro­fondire la conoscen­za del­la lin­gua straniera ma, anche e soprat­tut­to, far conoscere i bres­ciani. Sono questi gli obbi­et­tivi dell’interstage pro­fes­sion­ale che vede pro­tag­o­nisti da anni gli stu­den­ti dell’Istituto alberghiero di Desen­zano (ris­torazione e tur­is­ti­co) ora anche il cen­tro di for­mazione pro­fes­sion­ale di Clu­sane d’Iseo, l’Ecole Hotelière di Avi­gnone. Un sec­on­do prog­et­to coin­volge invece i gio­vani stu­den­ti desen­zane­si ed il Lycée Stork di Gueb­willer in Alsazia «Per loro la scuo­la e la for­mazione han­no davvero già il sapore dell’Europa. Da 4 anni — spie­gano gli inseg­nan­ti Vit­to­rio Mombel­li e Leliana Chiarel­lo — real­izzi­amo scam­bi con Avi­gnone, da quest’anno si è affi­an­ca­to il Cen­tro di for­mazione pro­fes­sion­ale di Clu­sane». «Ho ader­i­to al prog­et­to soste­nen­do­lo con un con­trib­u­to di 5.700 euro per­ché l’iniziativa è davvero buona aggiunge l’assessore provin­ciale all’Istruzione pro­fes­sion­ale Enri­co Mat­tin­zoli. Con­sen­tirà di aggiun­gere preparazione e pro­fes­sion­al­ità agli stu­den­ti ma anche di far conoscere i prodot­ti tipi­ci bres­ciani». Fra poche set­ti­mane l’Alberghiero ospiterà 15 stu­den­ti france­si prove­ni­en­ti da Avi­gnone. Trascor­reran­no due set­ti­mane lavo­ran­do negli alberghi del­la zona del bas­so lago, poi faran­no uno stage con vis­ite orga­niz­zate col con­cor­so degli asses­so­rati provin­ciali alla for­mazione pro­fes­sion­ale e agri­coltura a Clu­sane, Capo di Ponte, Tremo­sine, Limone, Raf­fa di Pueg­na­go vis­i­tan­do can­tine, caseifi­ci, oleifi­cio. «I nos­tri stu­den­ti: 20 dal­la scuo­la di Desen­zano e 12 da quel­la di Clu­sane ricam­bier­an­no la visi­ta ad Avi­gnone in autun­no, dal 27 set­tem­bre al 16 otto­bre spie­gano gli inseg­nan­ti. Anche loro lavor­eran­no per due set­ti­mane in alberghi e strut­ture ricettive men­tre per la terza è sta­to acquis­ta­to un pac­chet­to pro­fes­sion­ale che include cor­si di pas­tic­ce­ria e cioc­co­la­te­ria, prodot­ti tipi­ci del­la Proven­za, oltre a vis­ite ad aziende pro­dut­tri­ci». La trasfer­ta si con­clud­erà con una cena a base di prodot­ti tipi­ci bres­ciani for­ni­ti da aziende locali con la col­lab­o­razione dell’Assessorato provin­ciale all’agricoltura. L’esperienza è sim­i­le a quel­la in atto con il liceo Stork di Gueb­willer in atto per il sec­on­do anno con­sec­u­ti­vo gra­zie alla col­lab­o­razione del­la del­egazione di Fran­cia del­la Fed­er­azione ital­iana cuochi ed in par­ti­co­lare di Anto­nio Pas­sas­eo. 20 stu­den­ti del cor­so di post qual­i­fi­ca andran­no il prossi­mo autun­no in Alsazia lavo­ran­do per 17 giorni in strut­ture alberghiere per dedi­care poi 3 giorni a vis­ite pro­fes­sion­ali (for­mag­gi e vini) Ci sarà la visi­ta al Par­la­men­to europeo di Stras­bur­go. La con­clu­sione ver­rà affi­da­ta alla cena a buf­fet prepara­ta con prodot­ti tipi­ci bres­ciani. Gli stu­den­ti france­si invece saran­no ospi­ti del Gar­da nei mesi estivi e faran­no un’esperienza lavo­ra­ti­va negli alberghi per 2 o 4 mesi; 32 stu­den­ti del Bazoli sono pro­tag­o­nisti in questi giorni del­lo scam­bio cul­tur­ale con Cape d’Antibes in Fran­cia. Al loro rien­tro in aprile saran­no accom­pa­g­nati dai col­leghi france­si che sog­giorner­an­no a Desenzano.

Parole chiave: