Domani in scena il laboratorio Paideia. Poesia e musica diventano spettacolo

I giovani sul palco

27/02/2004 in Manifestazioni
Di Luca Delpozzo
Alvaro Joppi

Va in sce­na domani (ore 20.30) al teatro Furi­oli, «Dor­mono, dor­mono sul­la col­li­na», un omag­gio a Edgar Lee Mas­ters e alla sua Antolo­gia di Spoon Riv­er. Si trat­ta di una let­tura di poe­sie alter­na­ta da brani musi­cali trat­ti da «Né al denaro, né all’amore, né al cielo» di Fab­rizio De André. Inter­preti i ragazzi del lab­o­ra­to­rio teatrale Paideia con la parte­ci­pazione del mae­stro Faval­li e del vio­lin­ista Zuc­chel­li. Atti­vo da una deci­na d’anni il lab­o­ra­to­rio ha conosci­u­to, per mer­i­to del­la pro­fes­sores­sa Eva Pecoriel­lo, momen­ti esaltan­ti, coin­vol­gen­do più di tre­cen­to tra gio­vani e ragazzi e con una ricadu­ta molto vis­i­bile, fat­ta di scam­bi con le scuole dell’alto Gar­da sia veronese che trenti­no. «Un’iniziativa por­ta­ta avan­ti con il tem­po pro­l­un­ga­to — fa pre­sente la Pecoriel­lo -, gra­zie anche all’interessamento e alla parte­ci­pazione di molti gen­i­tori, improvvisatisi cos­tu­misti, scenografi e tec­ni­ci, cias­cuno met­ten­do a dis­po­sizione il pro­prio tal­en­to». Tra le per­sone che han­no col­lab­o­ra­to, va ricor­da­ta in par­ti­co­lare Luciana Bertagna, l’impiegata delle poste mor­ta due anni fa, che ha las­ci­a­to un seg­no nel prog­et­to, sostenu­to dall’assessorato alla Cul­tura del Comune, per gli inter­ven­ti con­tro il dis­a­gio gio­vanile. «Non sono man­cate le dif­fi­coltà — ammette la pro­fes­sores­sa — ma gran­di sono state le sod­dis­fazioni, in quan­to il teatro è il più effi­cace stru­men­to di for­mazione, l’unico che incide in maniera inte­grale e armon­i­ca sul­la for­mazione, avval­en­dosi delle tec­niche di molti lin­guag­gi che dan­no ai ragazzi tante sol­lecitazioni». Il lab­o­ra­to­rio teatrale è già impeg­na­to a preparare un prossi­mo appun­ta­men­to: «Ma c’è bisog­no di col­lab­o­razione» è l’appello del­la pro­fes­sores­sa, che sente la man­can­za di una spal­la al pari del­la rimpianta Bertagna.